Dettagli
Domenica 1 Agosto 2021 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
intervista alla famiglia di luca parmitano di sangue catenanuovese!
 
INTERVISTA ALLA FAMIGLIA DI LUCA PARMITANO DI SANGUE CATENANUOVESE!
intervista alla famiglia di luca parmitano di sangue catenanuovese!
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Politica, CATENANUOVA (EN)

Dopo il lancio nelle spazio, iniziano i giorni di trepidazione per la famiglia di Luca Parmitano che martedì alle 23,32  (ora italiana) a bordo della navicella Soyuz Tma-09M Olympus è partito dal poligono di Baykonur in Kazakistan insieme al russo Fyodor Yurchikhin e l’americana Karen Nyberg per andare a “passeggiare tra le stelle” e lì resterà per sei mesi.

Una missione delicatissima durante cui dovrà compiere 50 esperimenti, muovendosi nei pressi della stazione spaziale Iss sulla quale si tratterrà per ben sei mesi. Luca batterà il record di durata in orbita degli astronauti italiani e sarà anche il primo italiano a compiere una passeggiata cosmica.

Un italiano, Luca, con sangue catenanuovese, perché la famiglia dalla parte materna è radicata a Catenanuova: la mamma è l’insegnante di francese, Concetta Di Benedetto, la zia l’insegnante d’italiano, Nunzia Di Benedetto, che è stata anche consigliere comunale ed è cognata dell’attuale primo cittadino, Aldo Biondi, lo zio è l’architetto Carmelo Di Benedetto, un’altra zia vive invece a Paterno, dove Luca è nato, 36 anni fa. Per vedere Luca “volare” nello spazio, martedì, i catenanuovesi hanno collocato un maxischermo in piazza Marconi.

Grande emozione e un applauso fragoroso si è levato quando si è svolto il collegamento con i familiari. “Luca, sono emozionantissima, non mi hai dato il tempo di prepararmi a questo nuovo ruolo - dice la mamma -. Sono orgogliosa di te”. Il sorriso di Luca da la misura della sua felicità: “Mamma ti voglio bene anche io, qui è tutto bellissimo, sono felicissimo. Ci vediamo presto”.

Poche battute che sono un concentrato di emozione, preoccupazione, gioia ed orgoglio. In prima fila c’è la zia dell’astronauta, Rosa Valenti. “Luca ha sempre sognato di fare l’astronauta – dice – quando aveva 5/6 anni giocava con gli aerei, li smontava e li rimontava, e diceva che voleva fare l’astronauta. A volte penso che sia nato per questa missione”.

La missione di Luca resterà probabilmente unica nella storia legata al paese, un piccolo cento di 4999 abitanti, in cui di belle notizie ce ne sono ben poche. Qui, tutti ricordano Luca e suo fratello. Entrambi spesso erano condotti dalla mamma sui banchi di scuola dell’Istituto comprensivo Enrico Fermi, dove insegnava. Così quelli che oggi sono i coetanei dell’astronauta, lo ricordano benissimo e con grande orgogli “Un ragazzino tranquillo, educato, con un viso molto espressivo. Si capiva che sapeva il fatto suo”.

E sul web impazzano i messaggi dei catenanuovesi all’astronauta: “Dai Luca da lassù portaci una stella”.

Graziella Mignacca
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2021 * Tutti i diritti riservati