Dettagli
Domenica 27 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
l'orlandina fa cinquina ed allunga le mani sulla serie d
 
L'ORLANDINA FA CINQUINA ED ALLUNGA LE MANI SULLA SERIE D
l'orlandina fa cinquina ed allunga le mani sulla serie d
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Sport, CAPO D’ORLANDO (ME)

ECCELLENZA GIRONE B

ORLANDINA                   5        TAORMINA                 0

ORLANDINA: Pandolfo, Koaudio, Zingales, Frassica, Pecorella (56’ Cipriano), Cucchiara, Bilello, Orioles (49’ Scolaro), Dama, Elamraoui, Crinò (70’ Calderone). All. Raffaele. In panchina Paterniti, Privitera, Craccò, Ventura.

TAORMINA: Canale, Fodale (46’ Cordima), Pin, Puglia, Trovato M., Filistad, Catania, Costa (46’ Buscema), Maggioloti, Trovato S. (64’ D’Angelo, Mancuso. All. Dardanelli. In panchina Lo Monaco, Gismondo, Rizzo, Sparacino.

ARBITRO: Andulajevic di Messina, assistenti Tomaso e Spadaro di Messina.

RETI: 18’, 23’, 40’ e 63’ Crinò, 38’ Orioles.

NOTE: spettatori circa 250. Recupero 1’ e 3’. Ammoniti al 30’ Catania per fallo di mano, al 60’ Koaudio per gioco falloso. Corner 0-7 a favore del Taormina.

Con una quaterna del suo prezioso bomber Crinò, salito a quota 14 sul podio più basso della classifica dei cannonieri, l’Orlandina allunga le mani sulla serie D grazie al contemporaneo ko del Città di Vittoria, ricacciato a meno 4 a 5 turni dalla fine della regular season dal gol dell’ex biancoazzurro Gaglio, salutato con un’ovazione in panchina ed in tribuna (dove si è rivisto il presidente Romagnoli reduce da elezioni non fortunate per lui come deputato all’estero), che ha permesso alla Tiger di infliggere un colpo mortale alle aspirazioni di primato della vice capolista.

Il derby, giocato ai soliti aficionados paladini con il grosso per nulla stimolato dal ruolo di capofila in Eccellenza, non ha offerto emozioni se non per la cinquina rifilata dai padroni di casa, quattro dei quali nella sola prima parte, record all time per il club paladino che mai era andato al riposo sul 4-0 come ricordavano i tifosi più anziani presenti su spalti come detto ancora troppo vuoti per quelli che sono i meriti della lepre del girone B. Passando alla sfida del Ciccino Micale non pervenuto il Taormina, sceso in campo sapendo già di non poter far molto per evitare la sconfitta e con il portiere in particolare che si è preso una giornata di ferie magari approfittando del primo sole primaverile.

In avvio l’Orlandina, con Di Napoli e Privitera risparmiati, non forza il ritmo giocando al piccolo trotto ed aspettando il momento buono per colpire. Ed alla prima occasione un’incertezza tra Canale e Fodale lascia a Crinò l’opportunità di inaugurare il bottino con un gol di rapina. Il raddoppio giunge dopo una bella triangolazione con Crinò che si avventa sul passaggio in profondità ed anticipa l’uscita del portiere scavalcandolo con un tocco felpato che manda in archivio un match di fatto mai iniziato.

Al 27’ Elamraoui, rilanciato titolare al posto di Mincica, ci prova con una punizione mancina respinta da Canale e sul prosieguo cross pennellato da sinistra di capitan Zingales che dal fondo pesca la testa di Dama che sfiora l’incrocio. Al 38’ tiro-cross di Pecorella ribattuto dal portiere con azione come sempre spostata a sinistra dove Fodale soffre le pene dell’inferno con Zingales sul cui cross Orioles si produce in una rovesciata spettacolare a fil di palo con applausi scroscianti del pubblico. Il centrocampista si rifà subito con un colpo di testa su palla vagante in area che batte per la terza volta Canale. Il tempo si chiude con il tris personale di Crinò dopo ripartenza veloce con appoggio a Dama che tira addosso al portiere e sulla respinta si avventa il bomber barcellonese che firma il poker.

Ovviamente l’Orlandina tira il freno a mano ma dopo un palo sfiorato da Cucchiara al 54’ dal limite Canale si fa rubare palla ancora da Crinò che appoggia a porta vuota e dedica il poker personale alla fidanzata Laura andando poi a raccogliere la meritata standing ovation da parte di tifosi che esplodono di gioia quando giunge la notizia del vantaggio della Tiger. Nel finale il Taormina va al tiro per la prima volta nello specchio al 76’ con il talentuoso Maggioloti (l’unico a salvarsi insieme a Catania) con deviazione in angolo di Pandolfo. All’80’ ci prova da pochi passi Catania di sinistro ma la sfera termina sul fondo. All’89’ l’ultimo spunto è ancora di Maggioloti il cui diagonale viene deviato in corner, sugli sviluppi del quale capitan Filistad prova coraggiosamente l’eurogol al volo ma tira sul fondo. (*ca*)

Claudio Argiri

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati