Dettagli
Venerdì 18 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
rifiuti: la minoranza torna all'attacco, pronta risposta del sindaco!
 
RIFIUTI: LA MINORANZA TORNA ALL'ATTACCO, PRONTA RISPOSTA DEL SINDACO!
rifiuti: la minoranza torna all'attacco, pronta risposta del sindaco!
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Politica, BROLO (ME)


Il Comunicato della minoranza consiliare

Dopo poco meno di sette mesi, la minoranza consiliare si ritrova a dover nuovamente informare i cittadini su quella che ben presto potrebbe trasformarsi in una nuova ulteriore emergenza debiti…

Come i nostri concittadini ricorderanno il comune di Brolo vanta nei confronti della TirrenoAmbiente (società che gestisce la discarica di Mazzarrà Sant’Andrea) un enorme debito per conferimenti rifiuti che vanno dal 2003 al 2005.

In data 30 Ottobre 2012 il Sindaco, dopo averla più volte invocata ha giustamente firmato (su sollecito della minoranza consiliare) la transazione con la TirrenoAmbiente, un accordo che impegnava il Comune di Brolo al pagamento di 5.937,11 euro al mese per 10 anni al fine di saldare il debito ammontante a €712.453,20.!!!

Ma grazie alla gestione scellerata dell’Amministrazione Messina, i nostri autocompattatori si sono visti nuovamente sbarrare i cancelli della discarica di Mazzarrà.

Infatti ad oggi, il nostro Sindaco, incredibilmente non solo non ha versato nemmeno un euro per onorare la transazione obbligando così gli autocompattatori, da circa un mese, a recarsi fino alla discarica sita in Catania (con un notevole aggravio anche di spese di trasporto), ma ha accumulato anche un ulteriore debito di 69 mila euro per i conferimenti dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2012.

A causa di ciò il nostro Comune è costretto a pagare la tariffa di quella discarica pari a 102,20 euro più iva per ogni tonnellata invece degli 82,00 euro di Mazzarà.

Le conseguenze delle biasimevoli scelte operate, potrebbero essere maggiormente dannose per il nostro Comune laddove la TirrenoAmbiente, così come previsto nella convenzione stipulata dall’Amministazione Messina, decidesse di avviare un’azione esecutiva per il recupero dell’intero credito vantato nei confronti del Comune di Brolo: si rischierebbe la “paralisi” del bilancio comunale ovvero dei servizi pubblici che perseguono il benessere della comunità.

Ci chiediamo dunque quale sia il motivo che ha indotto il nostro Sindaco:

A mettere seriamente a repentaglio la già precaria situazione economico-finanziaria del nostro ente?

A sottoporre le già dissanguate casse comunali ad un ulteriore, inutile, doppio aggravio di spese: sul trasporto e sul conferimento dei rifiuti?

Queste scelte si contrappongono nettamente alla politica finora imposta ai cittadini dal Sindaco stesso, che, aumentando l’aliquota IMU ai valori massimi, inserendo l’IRPEF, imponendo alle famiglie il pagamento del trasporto alunni, ha costretto i cittadini brolesi a patire enormi sacrifici in nome di un risanamento economico-finanziario finora solo auspicato; mentre le casse comunali vengono troppe volte utilizzate per inutili sperperi, frutti dell’insana gestione economica dell’Amministrazione Messina.

Noi consiglieri di minoranza riteniamo che questo tipo di amministrazione ci porterà in breve tempo sul lastrico, oltre a creare un notevole danno di immagine al nostro comune e ai cittadini stessi, facendoci apparire come un paese poco attento alla gestione economica.

Ci auguriamo, visto anche il grave periodo di crisi economica, che l’Amministrazione cominci ad essere più attenta, convinti che una gestione economica più oculata e rispettosa permetterebbe di utilizzare le nostre risorse economiche soltanto per il miglioramento del nostro paese e non invece per pagare debiti con l’aggiunta di costosi/e interessi e spese legali.

Brolo li, 21.02.2013

I Consiglieri Comunali di Minoranza
“Uniti per Brolo”



 

La risposta del sindaco Salvo Messina

Senza Voler offendere nessuno solo per fare un po’ d’ironia e sdrammatizzare , l’opposizione somiglia un po’ a degli avvoltoi , cinque avvoltoi, o forse 4 , dato che ultimamente le interrogazioni vengano firmate da solo quattro consiglieri,  appena c’è un problema di qualsiasi natura piccolo o grande sono pronti a lanciarsi sulla preda amplificando il tutto, idee e proposte ormai è evidente non sono prerogativa del loro mandato

Ma tornando ai problemi e smettendo di scherzare, spero vivamente che nessuno si sia offesa per la mia ironia, solo qualche precisazione.

Stamani , nella quasi totalità del Paese, la raccolta della spazzatura ha riattivato i suoi “circuiti”.

A volte basta poco per essere fuori tempo e fuori luogo.

La Fortuna ci aiuta …

Nessun problema con la TirrenoAmbiente, nessuna acredine del passato.

Tutto definito, nessun problema con la transazione che va avanti tranquillamente, nessun onere in più per l’amministrazione, anche grazie agli avvocati del comune di Brolo che hanno tutelato l’interesse collettivo.

Non aver scaricato a Mazzarà, ma nel catanese, è stato un problema  derivante da un giudicato del Tar che aveva di fatto ritenuto che non si potesse scaricare in quanto la discarica non era in regola, poi risolto con un autorizzazione speciale del Presidente della Regione, ma noi avevamo già avuto l’autorizzazione per conferire in quella di Catania.

I ritardi nella raccolta  sono  causati da un confronto serrato con lì’Assessorarto Regionale all’ENERGIA che riteneva che il Comune di Brolo dovesse subentrare al contratto con la DUSTY , cosa che brolo per i tanti motivi che tutti ormai conoscono , tra le altre alcune denunce alle magistratura, nelle quali si specificava che secondo noi quella gara non poteva essere espletata, non può fare.

Oggi l’ente regionale ha compreso le ragioni del comune di Brolo e si sta giungendo rapidamente ad ottenere le autorizzazioni, nella giornata di lunedì prossimo si dovrebbe ritornare alla normalità

Quindi con fatica, con tempi lunghi, la situazione si sta definendo.

Una strada irta e difficile, non la si può nascondere, ma che il comune di Brolo, sarebbe stato più facile accettare supinamente lo status quo, ha voluto e intende percorrere sino alla fine in difesa ed a tutela dei suoi residenti.

E tornado ai ruoli delle parti.

Un suggerimento all’opposizione, che senza timore di smentita dovrebbe appartenere politicamente al PDL, come i vertici della provincia di Messina.

Sempre senza offendere nessuno,  ma visto che da sola non riesce a trovare come contribuire a migliorare il nostro paese con idee e proposte da suggerire all’amministrazione, in maniera costruttiva, e non da avvoltoi …

Mi chiedo e chiedo a loro… ma perché non si interessano, pressando politicamente Nanni Ricevuto a risolvere, sbloccando l’iter, di due importanti progetti:

-  1) l’allargamento in alcuni punti della strada provinciale Brolo /Lacco arteria importantissima

-  2)  la sistemazione in sicurezza di quella Brolo / Ficarra nei tratti di competenza ormai ridotta veramente ad una vergogna.

Sono due interventi già pronti, ci vuole la volontà politica .. e sono organismi politici in mano al Pdl.

Noi, Amministrazione attivia di Brolo, abbiano l’ottenuto - da soli - da parte della Provincia, l’inizio dell’Iter, con l’approvazione  del processo, per la realizzazione del nuovo istituto superiore scolastico.

Ora, l’opposizione consiliare brolese, faccia valere il suo peso politico….. e questa amministrazione ed i cittadini ne riconosceranno i meriti.

 Il sindaco Salvo Messina

Foto: Discarica di Mazzarrà

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
Al momento non vi sono notizie da visualizzare
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati