Dettagli
Giovedì 13 Maggio 2021 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
l’assessorato regionale ha diffidato il comune per il prg
 
L’ASSESSORATO REGIONALE HA DIFFIDATO IL COMUNE PER IL PRG
l’assessorato regionale ha diffidato il comune per il prg
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Comune di Sant’Angelo di Brolo – Ufficio Stampa
Attualità, SANT'ANGELO DI BROLO (ME)

Con una lettera inviata al Sindaco, e per conoscenza al Presidente del Consiglio comunale, l’Assessorato regionale Territorio e Ambiente, ha reiterato la diffida del 5 maggio 2011, sollecitando il Comune ad avviare le procedure per la revisione del Piano regolatore generale.

Il primo cittadino ha risposto che, con provvedimento del 30 dicembre scorso, su direttiva dell’Amministrazione, il Responsabile dell’Area Urbanistica e Infrastrutture, ha conferito l’incarico all’Agronomo per la rielaborazione dello studio agricolo-forestale a supporto del Piano regolatore generale.
Con il bilancio di previsione del corrente anno, si legge ancora, il cui schema è già stato adottato dalla Giunta comunale, sono state inserite le risorse necessarie per la redazione dello studio geologico. E’ obiettivo dell’Amministrazione, compatibilmente con le disponibilità finanziarie, completare l’iter nel più breve tempo possibile.

Ma il Sindaco non ci sta e rilascia una dichiarazione al vetriolo. “E’ veramente singolare che il periodo di vigenza di un piano regolatore sia limitato ad appena 5 anni. Per portare a compimento uno strumento urbanistico – dichiara il primo cittadino – passano decenni. Una volta completato, il tempo di entrare nella nuova dimensione pianificatoria, e lo strumento scade.

Forse il legislatore ignora che per revisionare il piano regolatore di un paese come Sant’Angelo, oltre all’immane lavoro che dovranno svolgere gli uffici, ci vogliono più di 150 mila euro (cartografie, geologo, indagini, agronomo, prescrizioni esecutive e incarico generale).

Probabilmente – afferma ancora il primo cittadino – si è scelto di privilegiare talune corporazioni portatrici di interessi. Sarebbe sufficiente prevedere la revisione dei piani solo al verificarsi di particolari situazioni o per motivate esigenze delle comunità locali, che dovrebbero essere interpretare dai rispettivi organi di governo.

E’ ormai fin troppo evidente – conclude il Sindaco – che le politiche messe in atto dallo Stato e dalla Regione, mirano alla desertificazione e alla spoliazione istituzionale dei territori, con l’obiettivo di distruggere definitivamente il sistema delle autonomie locali”.


Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2021 * Tutti i diritti riservati