Dettagli
Venerdì 7 Agosto 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
in tempo di coronavirus: ma la 'livella' di totò viene rispettata?
 
IN TEMPO DI CORONAVIRUS: MA LA 'LIVELLA' DI TOTÒ VIENE RISPETTATA?
in tempo di coronavirus: ma la 'livella' di totò viene rispettata?
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Fonte: Musixmatch
Eventi, ITALIA

A’ Livella di Antonio De Curtis, in arte Totò, è uno dei testi della tradizione napoletana più belli e appassionanti del novecento. Molto utile da utilizzare come testo di riferimento per parlare con bambini e ragazzi della festa del 2 Novembre: Ognissanti.

La poesia è ambientata in un cimitero, dove un malcapitato rimane chiuso. Questi assiste incredulo al discorso tra due ombre: un marchese e un netturbino. Il marchese si lamenta del fatto che il netturbino si sia fatto seppellire accanto a lui, ma il netturbino gli fa notare che non è stato lui a scegliere dove esser seppellito; vedendo che il marchese continua con il suo lamento, il netturbino perde la pazienza e gli spiega che, indipendentemente da ciò che si era in vita, col sopraggiungere della morte si diventa tutti uguali.

L’intera poesia ha come tema fondamentale quello della morte, una morte che però non fa paura, al contrario è fonte di umorismo e teatralità, in un tentativo di sdrammatizzazione atto a consentire al lettore di apprezzare non solo la poesia in sé e per sé, ma anche il suo messaggio, che si serve della morte per esaltare la vita: la morte è brutta ma ha un pregio, quello di essere uguale per tutti, e anche se nella vita uno ha goduto di onori e privilegi e un altro invece ha vissuto una vita di stenti, difficoltà ed insuccessi, la morte non fa sconti a nessuno.

Entrambi questi signori hanno il medesimo spazio e sono nel medesimo luogo, quindi la morte ha in sé un concetto di uguaglianza che non ha riscontri in nessuna situazione, agisce quindi come una livella.

Ci si chiede in piena emergenza dalla pandemia da Coronavirus, tutti i pazienti vengono trattati allo stesso modo? Tutti i tamponi vengono consegnati con gli stessi tempi? 

Ci facciamo delle domande....ma ancora non abbiamo delle risposte!

Il testo della Livella

Ogn'anno, il due novembre, c'é l'usanza
Per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
Ognuno adda tené chistu penziero.
Ogn'anno, puntualmente, in questo giorno,
Di questa triste e mesta ricorrenza,
Anch'io ci vado, e con dei fiori adorno
Il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.
St'anno m'é capitato 'navventura...
Dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo, e che paura!,
Ma po' facette un'anema e curaggio.
'O fatto è chisto, statemi a sentire:
S'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
Io, tomo tomo, stavo per uscire
Buttando un occhio a qualche sepoltura.
"Qui dorme in pace il nobile marchese
Signore di Rovigo e di Belluno
Ardimentoso eroe di mille imprese
Morto l'11 maggio del'31"
'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto...
...sotto 'na croce fatta 'e lampadine;
Tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto:
Cannele, cannelotte e sei lumine.
Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore
Nce stava 'n 'ata tomba piccerella,
Abbandunata, senza manco un fiore;
Pe' segno, sulamente 'na crucella.
E ncoppa 'a croce appena se liggeva:
"Esposito Gennaro - netturbino":
Guardannola, che ppena me faceva
Stu muorto senza manco nu lumino!
Questa è la vita! 'ncapo a me penzavo...
Chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s'aspettava
Ca pur all'atu munno era pezzente?
Mentre fantasticavo stu penziero,
S'era ggià fatta quase mezanotte,
E i'rimanette 'nchiuso priggiuniero,
Muorto 'e paura... nnanze 'e cannelotte.
Tutto a 'nu tratto, che veco 'a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia...
Penzaje: stu fatto a me mme pare strano...
Stongo scetato... dormo, o è fantasia?
Ate che fantasia; era 'o Marchese:
C'o' tubbo, 'a caramella e c'o' pastrano;
Chill'ato apriesso a isso un brutto arnese;
Tutto fetente e cu 'nascopa mmano.
E chillo certamente è don Gennaro...
'Omuorto puveriello...'o scupatore.
'Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro:
So' muorte e se ritirano a chest'ora?
Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo,
Quanno 'o Marchese se fermaje 'e botto,
S'avota e tomo tomo.calmo calmo,
Dicette a don Gennaro:"Giovanotto!
Da Voi vorrei saper, vile carogna,
Con quale ardire e come avete osato
Di farvi seppellir, per mia vergogna,
Accanto a me che sono blasonato!
La casta è casta e va, si, rispettata,
Ma Voi perdeste il senso e la misura;
La Vostra salma andava, si, inumata;
Ma seppellita nella spazzatura!
Ancora oltre sopportar non posso
La Vostra vicinanza puzzolente,
Fa d'uopo, quindi, che cerchiate un fosso
Tra i vostri pari, tra la vostra gente"
"Signor Marchese, nun è colpa mia,
I'nun v'avesse fatto chistu tuorto;
Mia moglie è stata a ffa' sta fesseria,
I' che putevo fa' si ero muorto?
Si fosse vivo ve farrei cuntento,
Pigliasse 'a casciulella cu 'e qquatt'osse
E proprio mo, obbj'...'nd'a stu mumento
Mme ne trasesse dinto a n'ata fossa".
"E cosa aspetti, oh turpe malcreato,
Che l'ira mia raggiunga l'eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
Avrei già dato piglio alla violenza!"
"Famme vedé.-piglia sta violenza...
'A verità, Marché, mme so' scucciato
'E te senti; e si perdo 'a pacienza,
Mme scordo ca so' muorto e so mazzate!...
Ma chi te cride d'essere... nu ddio?
Ccà dinto, 'o vvuo capi, ca simmo eguale?...
...Muorto si'tu e muorto so' pur'io;
Ognuno comme a 'na'ato é tale e quale".
"Lurido porco!...Come ti permetti
Paragonarti a me ch'ebbi natali
Illustri, nobilissimi e perfetti,
Da fare invidia a Principi Reali?".
"Tu qua' Natale... Pasca e Ppifania!!!
T"o vvuo' mettere 'ncapo...'int'a cervella
Che staje malato ancora è fantasia?...
'A morte 'o ssaje ched"e?...è una livella.
'Nu rre, 'nu maggistrato, 'nu grand'ommo,
Trasenno stu canciello ha fatt'o punto
C'ha perzo tutto, 'a vita e pure 'o nomme:
Tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto?
Perciò, stamme a ssenti... nun fa"o restivo,
Suppuorteme vicino-che te 'mporta?
Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
Nuje simmo serie... appartenimmo à morte!"
 
Compositori: Giacomo Rondinella / Antonio De Curtis
Testo di 'A Livella © Universal Music Publishing Ricordi Srl.


 
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati