Dettagli
Venerdì 22 Febbraio 2019 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
sant’angelo di brolo – presunti casi tubercolosi: il botta e risposta tra minoranza e maggioranza..e non solo!
 
SANT’ANGELO DI BROLO – PRESUNTI CASI TUBERCOLOSI: IL BOTTA E RISPOSTA TRA MINORANZA E MAGGIORANZA..E NON SOLO!
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Politica, Q-MAGAZINE

Il Comunicato del Sindaco Franco Cortolillo

In riferimento a quanto pubblicato dal gruppo consiliare di minoranza “Impegno in Comune” in merito al verificarsi della “situazione sanitaria” del paese, mi preme precisare e ribadire quanto segue.

Il  sottoscritto non ha mai “aggredito” i cittadini che esprimono il loro punto di vista anche se, invero, argomenti di una certa natura non dovrebbero essere veicolati  con superficialità sui social, in quanto si rischia solo di sollevare ingiustificati allarmismi, di ledere l’immagine del nostro paese e, cosa ancor più grave, di violare la privacy di ciascun cittadino.

Come Sindaco, non avrei potuto fare più di quanto è stato  fatto  poiché, dopo ripetuti e costanti colloqui con le Autorità Sanitarie preposte (Ufficio di Igiene Pubblica dell’ASP), spettava solo a loro  assumere tutte le iniziative utili per prevenire e fronteggiare sul nascere la problematica di carattere sanitario. Infatti, mentre  in una prima fase si sono tenuti al Comune degli  incontri riservati tra il sottoscritto, i medici dell’Asp e la Dirigente Scolastica, successivamente, sempre su indirizzo delle Autorità Sanitarie, sono stati programmati ulteriori incontri, avvenuti pubblicamente, ma circoscritti solo a talune fasce di cittadini, considerati maggiormente esposti ad eventuali rischi. Ancora una volta si ribadisce, per ristabilire serenità e chiarezza nei confronti di tutta la cittadinanza, che per quanto espressamente indicato e confermato dei medici dell’Asp, nel nostro paese si sono verificati, nel corso del 2018, tre casi di tubercolosi, positivamente risolti sotto il costante controllo terapeutico delle strutture sanitarie competenti. Da ultimo, riconfermando la mia amarezza per gli ingiustificati polveroni e le stolte strumentalizzazioni, che non aiutano certo a risolvere i problemi della collettività, faccio presente che i principali soggetti preposti al controllo e alla salvaguardia della salute pubblica sono anche i medici di base, ai quali compete l’obbligo di denunciare alle Autorità Sanitarie Competenti qualsiasi caso sospetto di eventuali malattie infettive, oltre al dovere professionale di seguire il decorso dei pazienti fino alla loro completa guarigione.

                                                                                                  Francesco Paolo Cortolillo

                                               Sindaco di Sant’Angelo di Brolo

 

Dichiarazioni Marco Palmeri della Scuola Calcio JSL

“Come responsabile tecnico sono stato contattato nella metà di ottobre per partecipare ad un’iniziativa di prevenzione. Così, si è subito messa in moto la macchina organizzativa dell’area medica di JSL, con a capo il presidente dell’associazione ACSS LIbera, Francesco Caruso, che ha portato avanti questa iniziativa di prevenzione e sensibilizzazione per le malattie infettive. Ad oggi posso dire che nessun iscritto della nostra scuola calcio, né prima né adesso, ha mai contratto questa patologia. Abbiamo partecipato volontariamente a questo progetto, senza che vi sia mai stato nessun caso tra i nostri tesserati”

Marco Palmeri

 

 

 

Il comunicato della minoranza consiliare IMPEGNO IN COMUNE

In relazione a quanto scritto dal Sindaco sui social, rispetto ai presunti casi di tubercolosi, atteso che è deleteria ed insopportabile prassi, ormai consolidata, quella di aggredire i cittadini che in maniera libera ed autonoma esprimono un loro punto di vista, il Gruppo di Minoranza non può esimersi dal fare talune considerazioni.

Il Primo cittadino, nella qualità di Responsabile delle condizioni di salute della popolazione del proprio territorio, avrebbe dovuto informare prima TUTTA la cittadinanza, evitando che si ingenerassero allarmismi. Infatti, è bene ricordare che tale patologia, qualora si manifestasse, potrebbe colpire chiunque, senza limiti di età, e l’informazione è uno dei principali strumenti di prevenzione.

Degli incontri “pubblici”, a cui fa riferimento nel suo comunicato, invece, era a conoscenza solo una ristretta fascia della cittadinanza. Difatti, risulta siano stati invitati esclusivamente, prima i genitori dei bambini che frequentano la scuola calcio e, nel successivo incontro, tenutosi giovedì 17 gennaio u.s., avente ad oggetto la “Prevenzione di malattie infettive e vaccinazioni”, i genitori di quelli  che frequentano l’Istituto comprensivo.

In tale ultimo incontro, del quale gli scriventi sono venuti a conoscenza solo per caso, i Medici del Servizio di Igiene Pubblica hanno approfonditamente relazionato sull’importanza delle vaccinazioni e sulle malattie infettive, rassicurando contestualmente, i pochi presenti, sui presunti casi di tubercolosi, dando i ragguagli del caso.

Il Sindaco, tuttavia, non ha invitato i genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido, né il personale del Comune, né la cittadinanza, né, tantomeno, ha sentito il bisogno di comunicarlo ai Consiglieri di Minoranza.

I sottoscritti, pur non essendo a conoscenza del fatto che in quell’incontro si sarebbe parlato anche di tubercolosi, hanno presenziato per l’alto senso del dovere istituzionale che li contraddistingue, per l’importanza della tematica oggetto di incontro, per rispetto dei medici presenti e del loro importantissimo lavoro.

Il Gruppo di Minoranza, considerato che il persistere dell’allarmismo, ingenerato dalla disinformazione, potrebbe arrecare anche danni all’immagine e all’economia del nostro Paese, suggerisce al Sindaco, invece di scrivere sui social, di attivarsi ed organizzare una adeguata e capillare campagna di informazione, affinché tutti possano conoscere lo stato delle cose, rassicurando anche coloro i quali, per svariati motivi, disconoscono del tutto o parzialmente i fatti.

 I consiglieri del Gruppo IMPEGNO IN COMUNE

Giuliano Catia Fasolo Melina

Maurotto Michela Di Nunzio Michelangelo

 

 

L'articolo Sant’Angelo di Brolo – Presunti casi tubercolosi: il botta e risposta tra minoranza e maggioranza..e non solo! proviene da Nebrodi24.

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2019 * Tutti i diritti riservati