Dettagli
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
pediatri, no tv a tavola e latte di notte
 
PEDIATRI, NO TV A TAVOLA E LATTE DI NOTTE
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Gazzetta Del Sud
Salute & Benessere, PRIMA PAGINA

Bambini che hanno una avversione al cibo o che vanno rincorsi con il piatto in mano per pochi bocconi. Per il 25% dei bimbi sotto i sei anni sedersi a tavola è uno stress. Dei cosiddetti Nofed (Non-Organic Feeding Disorders) si è parlato durante il Congresso Italiano di Pediatria da cui sono emerse le cose da 'non fare'. I Nofed, ha spiegato Claudio Romano, pediatra dell'Università di Messina, riguardano il 25% dei bambini sani e l'80% di quelli che hanno problemi di sviluppo. Per l'80% si tratta di disturbi della sfera psicologica.

"La forma più frequente è costituita dai 'picky eaters', bambini che hanno una avversione verso il cibo o che non provano alcun "piacere" a tavola - spiega l'esperto -. La fascia più interessata è tra i 3 e 6 anni". Il comportamento dei genitori nei confronti di un figlio 'picky eater' spesso accentua il problema. "Infatti pur di assicurare, secondo loro, una alimentazione adeguata sono disposti a tutto. - sottolinea Romano -. I comportamenti più frequenti sono quelli di offrire il latte di notte durante il sonno o di assumere un atteggiamento persecutorio, associato spesso a forzature. Un altro comportamento da eliminare sono le "distrazioni" durante il pasto (gioco, televisione).

Il bambino deve consumare il pasto seduto a tavola". Il rischio può' essere ridotto già durante lo svezzamento, offrendo prima dei nove mesi anche alimenti dal "forte gusto" quali i vegetali, pomodoro ed agrumi. Dal decimo mese in poi può essere offerta un'alimentazione da adulto, rispettando però i gusti del bambino, mentre uno svezzamento "troppo lento" può favorire l'insorgenza di questi problemi. Solo in presenza di sintomi clinici di tipo gastrointestinale o di arresto della crescita, genitore e pediatra si devono preoccupare, e chiedere un approfondimento per escludere cause di natura organica.
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2017 * Tutti i diritti riservati