Dettagli
Giovedì 13 Dicembre 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
esulta legambiente sicilia,il muos è sotto sequestro
 
ESULTA LEGAMBIENTE SICILIA,IL MUOS È SOTTO SEQUESTRO
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
POSTATA DA: Scaffidi Catrinella Lorenzo
Cronaca, PALERMO

Dopo la decisione del Tar di Palermo – che aveva accolto i ricorsi dei No Muos contro la prosecuzione dei lavori di realizzazione dell’impianto – la procura di Caltagirone ha ordinato il sequestro del sistema di comunicazioni satellitari della Marina militare statunitense che sorge in contrada Ulmo. Il provvedimento è stato già notificato dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera. Si parla di violazione del vincolo paesaggistico di inedificabilità assoluta presente in una riserva naturale

Lo scorso 13 febbraio i giudici avevano decretato lo stop al Muos evidenziando la mancanza anche di “indagini preliminari circa le interferenze dell’impianto rispetto alla navigazione aerea relativa all’aeroporto di Comiso e studi in materia di tutela della salute dalle esposizioni elettromagnetiche e di tutela ambientale”.

“Plauso all’azione della magistratura che, per far rispettare la legge, non ha esitato a scendere coraggiosamente in campo, ancora una volta, contro i poteri forti, e degli agenti della polizia municipale della sezione di Pg della Procura che, insieme ai carabinieri, hanno eseguito il provvedimento”. Così ha commentato la notizia il sindaco di Caltagirone, Nicola Bonanno, che manifesta “compiacimento per il sequestro”, disposto per violazione del vincolo paesaggistico di inedificabilità assoluta, dal gip del Tribunale di Caltagirone, Salvatore Ettore Cavallaro, su richiesta del procuratore Giuseppe Verzera.

“Questo provvedimento – aggiunge Bonanno – rende giustizia alle ragioni del territorio e della sua battaglia, portata avanti con coraggio e determinazione. Speriamo di avere scritto la parola fine a questa vicenda e che non si registrino ulteriori tentativi di attentare al sacrosanto diritto alla salute delle nostre comunità”.

Un plauso al provvedimento arriva anche da Legambiente Sicilia che esprime “soddisfazione per un provvedimento richiesto da più parti”, soprattutto dopo la sentenza del Tar, con cui è stato accolto il ricorso che l’associazione ambientalista aveva presentato insieme ad altri soggetti.

“La sentenza dello scorso 13 febbraio – dice Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia – aveva dichiarato la nullità di tutti gli atti autorizzativi fin dall’origine. Tra l’altro si stigmatizza il comportamento successivo alla sentenza, con la prosecuzione di attività all’interno della base Muos, così come documentato da varie fonti, assolutamente non consentita. Inoltre, la violazione dei vincoli ambientali, in un’area di interesse comunitario, paesaggistici, il principio di precauzione, il diritto fondamentale alla salute, costituiscono più elementi di valutazione per ritenere il sistema satellitare americano totalmente incompatibile con il territorio in cui è stato realizzato”.

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati