Dettagli
Mercoledì 17 Ottobre 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
naufragio concordia, schettino condannato a 16 anni.
 
NAUFRAGIO CONCORDIA, SCHETTINO CONDANNATO A 16 ANNI.
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
POSTATA DA: Scaffidi Catrinella Lorenzo
Attualità, GROSSETO

Sedici anni di reclusione e un mese di arresto. È questa la condanna che il tribunale di Grosseto ha inflitto in primo grado al comandante Francesco Schettino,  ritenendolo responsabile per il naufragio della Costa Concordia, per tutti i reati che gli sono stati contestati, tranne la "colpa cosciente". 

Il capitano sarà interdetto per cinque anni dalla professione di comandante di nave e in perpetuo dai pubblici uffici.

Il tribunale ha anche stabilito i danni che dovranno essere pagati con Costa Crociere alle parti civili, che comprendono il ministero dell'Ambiente, la Regione Toscana e l'Isola del Giglio, ma pure i familiari delle vittime e i naufraghi.

Tra i risarciti ci sono i naufraghi della Concordia e anche Domnica Cemortan.

A tutti andranno 30mila euro.

Una pena inferiore a quella richiesta dall'accusa, che puntava a 26 anni di reclusione e tre mesi arresto, alla custodia cautelare e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici, poi all'interdizione legale per la durata della pena inflitta e a 5 anni e 6 mesi di interdizione dalla professione.

Rigettata l'istanza di custodia cautelare, per il fatto che secondo i giudici non esiste nel caso di Schettino il rischio di fuga. Il comandante non era presente alla lettura della sentenza.

La difesa ha ricordato che "in questi giorni non è in buone condizioni di salute". Dopo la condanna ha replicato che continuerà a "combattere sempre per dimostrare" di non avere abbandonato la Concordia. "Quanto al resto, aspetto di leggere le motivazioni della sentenza".

La decisione è arrivata dopo sette ore e mezzo di camera di consiglio, che ha deciso di condannare Schettino a sedici anni, motivando la sentenza con cinque anni di reclusione per disastro colposo, dieci per gli omicidi plurimi colposi e uno per abbandono di persone minori e incapaci.

Soddisfatti i pm di Grosseto, che hanno sottolineato come i giudici abbiano "deciso per un completo accoglimento del nostro impianto accusatorio". La difesa di Schettino ha chiarito che sicuramente presenterà ricorso e  aggiunto però che la sentenza ha "restituito un po' d'onore" al comandante: "Non è un delinquente".

Non ha voluto dire nulla Gregorio De Falco, il comandante che era alla capitaneria di porto a Livorno la sera del naufragio: "Sono un ufficiale di capitaneria di porto, e non commento le sentenze dei giudici".

 

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati