Dettagli
Venerdì 16 Novembre 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
discarica abusiva, sequestrata area di 1000 mq denunciato un falegname
 
DISCARICA ABUSIVA, SEQUESTRATA AREA DI 1000 MQ DENUNCIATO UN FALEGNAME
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Cronaca, GIOIOSA MAREA (ME)

discarica gioiosa 01Continuano i controlli dei Carabinieri della Stazione di Gioiosa Marea a tutela dell’ambiente lungo le aree più esposte a rischio. I Militari hanno sequestrato due porzioni di terreno, per un totale di 1000 mq, adibiti a discariche abusive realizzate in Località Mangano e Località Catello.

Anche questa operazione è inserita nell’ambito di un più vasto piano di monitoraggio del territorio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia ambientale.
All’interno della più piccola delle due aree, di proprietà del titolare di un’azienda di falegnameria di Gioiosa Marea, oltre ad esservi accantonati numerosi rifiuti speciali pericolosi (contenitori usati di vernici, resine solventi, rottami di un autoveicolo, pneumatici usati e altri materiali ferrosi), si svolgeva anche lo smaltimento tramite combustione di parte di essi, provocando emissioni di fumo e materiali tossici nell’atmosfera.

Il proprietario del terreno è stato denunciato e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti ha emesso nei suoi confronti Informazione di Garanzia per i reati di getto pericoloso di cose (art. 674 c.p.) e attività di gestione di rifiuti non autorizzata (art.256 lett.a del l.lgs. 1522006) .discarica gioiosa 04
La seconda area sottoposta a sequestro, sita in Località Catello, misura poco meno di 1000 mq ed è di proprietà del demanio. Vi erano depositate numerose lastre di amianto in disfacimento che provocavano emissioni nell’atmosfera di fibre di amianto, materiale ferroso e materiale di risulta proveniente da demolizioni edilizie.

Le segnalazioni pervenute da parte di vari cittadini hanno dato il via ad immediate  indagini e servizi di osservazione, che hanno consentito di risalire ad almeno uno degli autori degli scarichi e dell’appiccamento dei fuochi tossici. L’intera area è stata sottoposta a sequestro penale e chiunque continuerà a scaricare in quella zona, rischia ora di essere arrestato per violazione di sigilli.

Una costante e maggiore collaborazione tra Forze di Polizia e cittadini, che collaborano segnalando tempestivamente gli illeciti, consentirebbe di intervenire nella flagranza di reato ed aiuterebbe sicuramente nel monitoraggio delle zone più a rischio.
 
 
 
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
Al momento non vi sono notizie da visualizzare
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati