Dettagli
Marted́ 24 Aprile 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
per l’orlandina affondo impietuoso che fa resuscitare anche il rende
 
PER L’ORLANDINA AFFONDO IMPIETUOSO CHE FA RESUSCITARE ANCHE IL RENDE
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Calcio, CAPO D'ORLANDO (ME)

ORLANDINA (3-4-3): Galipò, Russo (13′ st Ignazzitto), Di Giovanni, D’Angelo, Privitera, Fascetto, Martusciello,  Gatto, Frisenda (9′ st Crinò) (38′ st Leo), Marasco, Mincica. All. Raffaele. A disposizione Caserta, Calderone, Di Bella, Keitaz, Aloe, Spadafora.

RENDE (4-4-2) Greco, Miceli (38′ st Irace), Crispino, Fiore, Musca, Ginobili, Grisolia, Piromallo (16′ st Di Finizio), Pignatta, Ottonello, Caruso (19′ st Lenti). All. Trocini. A disposizione De Brasi, Deffo, El Kadj Katim, Iannelli, Marchio, Musacco.

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido, assistenti Balzarini di Enna e Gerbino di Acireale.

RETI: 25′ pt e 43′ st Pignatta, 6′ st Grisolia, 13′ st rig Privitera.

NOTE: spettatori circa 500, 10 dei quali calabresi. Espulsi per doppia ammonizione al 4′ st Fascetto ed al 25′ st Privitera. Al 25′ st allontanato dalla panchina Basilio Arasi, preparatore atletico dell’Orlandina. Ammoniti Mincica, Marasco, Miceli, Ginobili e Ottonello. Recupero 2′ + 5′, angoli 6-3 per l’Orlandina.

L’Orlandina affonda impietosamente e resuscita anche il Rende dopo aver regalato ossigeno al Città di Messina nella precedente gara casalinga di un girone I diventato un calvario senza fine per la matricola che dopo le prime sei giornate di campionato era splendida seconda a quota 14.

Lo stesso quantitativo di punti è stato ottenuto nelle successive 17 gare ed al di là degli errori commessi dalla società, cui certo non si può, però, addebitare immobilismo sul mercato, le colpe del disastro attuale con concreto rischio di play-out sono da suddividere tra tecnico, direttore sportivo e giocatori, alcuni dei quali ieri impresentabili. Salvo ribaltoni tecnici tocca a loro, per dignità personale e rispetto verso il club ed i pochi tifosi rimasti, salvare l’Orlandina ancor prima dell’appendice, pericolosa per chi conferma di non avere un’anima.

La terza rovinosa caduta di fila è arrivata ovviamente anche per i meriti di un Rende che ci ha sempre creduto ed i demeriti di un arbitraggio discutibile che ha penalizzato i biancoazzurri. L’avvio della sfida salvezza, peraltro, sembra propizio ai locali con lo sgusciante Mincica che al 10′ da dentro l’area cerca l’angolo ma trova la deviazione in corner. Al 15′ Marasco fa anche meglio colpendo il palo e lo stesso Mincica con un tap-in realizza ma in fuorigioco secondo la terna. Al 19′ ci prova di testa Frisenda ma pure stavolta la mira è imprecisa di poco. Al 20′ di nuovo Mincica coglie il palo e sulla ribattuta commette fallo su un difensore.

Al 22′ arriva il primo, debole, tiro calabrese con Caruso. Ma sul primo cartellino giallo del disastroso Fascetto (un alibi la sua assenza per squalifica nell’indecorosa sconfitta di sette giorni prima con il Torrecuso) il Rende sfiora il vantaggio con la punizione di Musca che sbatte sulla base alta della traversa. Poi al 25′ sempre Fascetto si fa sfuggire Pignatta che in diagonale firma il vantaggio ospite. Al 34′ Mincica cerca il pari alla Del Piero ma mette sul fondo.

Al 37′ diagonale di Frisenda deviato in angolo da Greco. Al 38′ Frisenda sugli sviluppi di un corner da un metro non trova la deviazione. Al 40′ dal fondo Marasco ma Miceli anticipa Frisenda. Il tempo si chiude con un tiro svirgolato di Fiore fuori. Al 48′ Pignatta angola troppo il diagonale, mentre 49′ Fascetto stende Ottonello e va fuori e subito dopo Grisolia firma il raddoppio.

Il match si riapre sull’atterramento di Crinò ad opera di Miceli e capitan Privitera trasforma il penalty ma poi lascia i suoi in 9. Per gli ospiti diventa tutto più facile ma al 71′ girata Ottonella respinta di pugni da Galipò, all’85′ Leo quasi sulla linea salva anticipando la trama Lenti-Irace che avevano eluso il fuorigioco e messo fuori causa Galipò.

Ma alla fine il Rende chiude i conti con l’assist smarcante per Pignatta che si presenta solo davanti a Galipò e lo supera senza problemi appoggiando nella porta ormai sguarnita. (*ca*)

Claudio Argiri

 

 

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati