Dettagli
Martedì 25 Settembre 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
coppa d'italia d'eccellenza dopo 120' e 14 rigori va al san pio x
 
COPPA D'ITALIA D'ECCELLENZA DOPO 120' E 14 RIGORI VA AL SAN PIO X
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Calcio, BROLO (ME)

San Pio X      2             Marsala        2
8-7 dopo i calci di rigore

San Pio X - Vitale, Montella, Orlando, Arena, Orefice, Scalia, Mazzamuto (57' Marino), Palermo, Panatteri (71' Truglio), Riccobono, Ranno (48' Pasca).  All. Anastasi

Marsala - Ingrassia, Genesio, Blunda, Bonino (85' Pirrone), Maltese (71' Porto), Fina, Convitto (39' De Vita), Gancitano, Carovana, Erbini, Comparato.   All. Gerardi

Arbitro: Costanzo di Agrigento

Reti: 38' e 62' Panatteri, 55' Fina (rig.), 92' Pirrone.

Note: ammoniti Maltese, Gancitano, Bonino, Panatteri, Palermo, Scalia, Pasca e Arena.


Sono serviti 120’ di gioco e 14 rigori per decretare la vincente regionale di Coppa Italia d’Eccellenza (consegnata dal presidente regionale Sandro Morgana ndc) del 5° Memorial “Gianfranco Provenzano”. A rappresentare la Sicilia per gli spareggi nazionali, saranno i catanesi del San Pio X che hanno vinto la lotteria dei rigori, dopo l'errore dal dischetto del giovane De Vita che ha consegnato, suo malgrado la coppa alla compagine etnea. La Tiger che ha organizzato la finalissima, era uscita dalla competizione proprio ad opera dei ragazzi di Anastasi.

Una grande giornata di sport, quella vista ieri a comunale brolese  con due brillanti squadre che si sono affrontate a viso aperto, facendo divertire ed applaudire i tantissimi tifosi presenti sulle gradinate del comunale di Brolo. Una sfida appassionante ed incerta con tantissime emozioni dove entrambe le squadre avrebbero meritato la Coppa.

La cronaca si apre con  Erbini che crossa    al centro con Comparato che spedisce a rete ma Vitale si salva in extremis. Rispondono i catanesi con Panatteri che calcia in diagonale di poco fuori. Al 7' Riccobono ci prova su punizione ma Ingrassia para. Al 19' è la volta di Erbini con un sinistro al volo dal limite che Vitale neutralizza.


Al 22' torna alla carica Riccobono con un tiro cross, che finisce la sua corsa a portiere battuto, sui legni della traversa. Al 29' tentativo di  Carovana chiuso da Vitale in uscita; Fina spedisce verso la rete, ma a salvare trova i piedi di Orefice. Al 34' contrasto di Orlando su Convitto ma l'arbitro che in tutta la gara, non è apparso all’altezza della situazione  lascia correre, tra le giuste proteste del Marsala. Cambio campo, ed arriva la prima perla del bomber  Panatteri che al 38’ di esterno destro su cross di Riccobono beffa Ingrassia. Mentre, al 47’ i lilibetani con Gancitano falliscono il pallonetto del pari. Nella ripresa un eurogol di Erbini, viene annullato per fuorigioco di Carovana.

Al 55’ fallo di Vitale su Erbini e rigore messo a segno da Fina. Pochi istanti e la gara cambia ancora volto con il secondo goal al 62’ di Panatteri che salta Maltese e batte il Ingrassia in uscita. Lo stesso estremo difensore è bravo ad evitare la terza rete sul colpo di testa di Pasca. In zona Cesarini, con il San Pio che già stava alzando la coppa, arriva l'incornata vincente di Pirrone su  punizione di Fina.  Si và ai supplementari, con la tanta stanchezza addosso si registra al 103'  una traversa piena di Riccobono.  

Nel Marsala Erbini di piede e Comparato di testa si mangiano il vantaggio. In chiusura al 111' Fina dalla distanza impegna Vitale con una deviazione, ed al 114' Pasca solo davanti a portiere del Marsala calcia a lato. Si passa ai rigori  e per il per il San Pio X  segnano Orefice, Montella, Arena, Pasca, Palermo e Scalia,  sbaglia solo Riccobono. Per il Marsala a segno  Pirrone, Fina, Carovana, Gangitano ed Erbini, errori fatali di Genesio e De Vita.

Salvatore Calà
 

L'intervista - Dopo gli applausi ed i meritati complimenti ai vincitori, anche dagli avversari, che ad onore del vero, avrebbero meritato anche loro la coppa, si passa alla consegna delle medaglie e della coppa al capitano Orefice da parte del Presidente Regionale Sandro Morgana. In mezzo al campo ed ai tantissimi festeggiamenti riusciamo a fatica ad avvicinarci al tecnico  Giuseppe Anastasi, che portato sulle spalle dai suoi giocatori si fa il giro del terreno di gioco con un volo in aria compreso.
Con voce bassa e rauca, ma che sprizza gioia e felicità il tecnico etneo ci dice “che bisogna far onore anche al Marsala, che ha dimostrato di essere una squadra importante  costruita per vincere il campionato come quella  nostra. Si sono affrontate due squadre all’altezza della situazione, una finale vera!”
Cosa ci dice della sua squadra e della prestazione di oggi?

La mia squadra in questa partita ha dimostrato veramente dei valori, perché abbiamo sempre avuto sicurezza del risultato, sicurezza quando ci hanno raggiunto e sicurezza sicuramente nella lotteria dei rigori. Era una partita che dovevamo vincere a tutti i costi in qualsiasi maniera, ci siamo riusciti ed i complimenti  vanno ai ragazzi. Dico anche che abbiamo alle spalle una grande società che ci ha permesso di ambire a questo trofeo, nonostante siamo una squadra neo promossa dalla promozione, penso che questo società ha raggiunto un obiettivo, un traguardo importantissimo, che in tanti vorrebbe raggiungere.  (s.c)

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati