Dettagli
Venerdì 18 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
la contrada san giorgio, è una piccola venezia?
 
LA CONTRADA SAN GIORGIO, È UNA PICCOLA VENEZIA?
la contrada san giorgio, è una piccola venezia?
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Attualità, GIOIOSA MAREA (ME)

La bella stagione è ormai giunta al termine, iniziano le prime piogge e con esse le prime catastrofi.

Avevamo già avuto prova, nella stagione appena trascorsa, della potenza della natura e dell’incapacità dell’uomo nell’affrontare certi fenomeni.
Era il 9 Agosto, un giorno molto importante per la stagione turistica gioiosana. Era previsto, infatti, per quella sera l’evento clou dell’estate, il concerto di Nino D’Angelo.

Una serata al limite del miglior film Horror, nella quale è mancata solo la tragedia, fortunatamente.

Una bomba d’acqua ha trasformato il piccolo borgo balneare di San Giorgio in una piccola Venezia. In pochi minuti è accaduto qualcosa d’incredibile. La gente scappava per le vie, alla disperata ricerca di un riparo, ma qualcosa di spaventoso si presentava dinanzi ai propri occhi, che impediva loro di trovar presto rifugio. Le strade trasformate in fiumi, che convergevano tutte nella piazza tonnara, a sua volta trasformata in lago.

Le automobili avevano difficoltà a transitare per le vie; servivano più le barche per dar soccorso all’enorme afflusso di gente.

Una sera di mezza estate in cui tutte le attività commerciali del luogo sono state messe in ginocchio dalla potenza e dall’ira della natura oltraggiosa.

Il mondo attraversa un periodo storico molto importante, nel quale le nazioni, con i loro politici cercano di affrontare, quasi invano, una crisi economica senza precedenti. Un periodo storico, il terzo millennio, iniziato con una nuova rivoluzione industriale e tecnologica. Un periodo storico nel quale tutto è a portata di mano.

Un periodo storico nel quale la crisi della società si manifesta quotidianamente con l’intolleranza verso le istituzioni e verso se stessa. Un periodo storico in cui le amministrazioni hanno difficoltà nell’affrontare i problemi quotidiani che affliggono il proprio territorio. Le stesse, però, hanno il dovere di affrontare e risolvere le problematiche inerenti alla sicurezza della propria popolazione e salvaguardare le proprie attività commerciali, che rappresentano l’economia del territorio.

Sembra di vivere in un sogno o forse in un incubo.

Bisognerebbe invitare Dario Argento, per un nuovo evento clou. Dario Argento, ossia il maestro dell’Horror. Per una rassegna cinematografica all’insegna della paura e del terrore.

L’ira funesta della natura distrugge il paradiso terrestre. Una sera d’estate, un giorno d’autunno, è tutto uguale.

L’ira della natura si manifesta periodicamente e le immagini che si presentano dinanzi ai nostri occhi sono sempre le stesse. Le strade si trasformano in fiumi e sfociano nella piazza tonnara, il centro del paese, che a sua volta prende le sembianze di un lago.

Questa volta, però, è presente solo la popolazione sangiorgese, con qualche turista, ma le difficoltà sono sempre le stesse. Anche i soccorsi hanno difficoltà.

Un piccolo borgo che si affaccia sulla costa tirrenica della provincia di Messina, un paese che si trasforma con cadenza periodica allarmante in una piccola Venezia. Una trasformazione brutale che mette in ginocchio la già tartassata economia del piccolo centro.

Il paese è a forte rischio scomparsa, il cittadino si pone le prime domande. Il momento dell’abbandono si avvicina, almeno per tutti quelli che vogliono continuare a vivere.

Le istituzioni devono comprendere l’urgenza della situazione e analizzare il problema con serietà e impegno. Urgono, infatti, delle soluzioni per risolvere il problema che da molto troppo tempo affligge il piccolo borgo.

L’amministrazione comunale di Gioiosa Marea deve lottare per ottenere i fondi necessari che servano a risolvere il problema. Una lotta in cui il cittadino deve fare la sua parte, mentre l’amministrazione deve indicare il cammino, informando la popolazione sul progetto di protesta e di sicurezza.

La sicurezza è un diritto per il cittadino ed è un dovere per le istituzioni garantirla. Urgono interventi importanti e definitivi, poiché il paese oggi si trasforma e prende le sembianze di una piccola Venezia. Domani, invece, può sprofondare sotto l’ira della natura e scomparire, per sempre.
 

Filippo Puglia

 

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
Al momento non vi sono notizie da visualizzare
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati