Dettagli
Mercoledì 28 Ottobre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
spostata la data delle comunali alle urne il 9 e 10 giugno
 
SPOSTATA LA DATA DELLE COMUNALI ALLE URNE IL 9 E 10 GIUGNO
spostata la data delle comunali alle urne il 9 e 10 giugno
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: http://livesicilia.it
Politica, SICILIA

Per il rinnovo di sindaci e consigli comunali in Sicilia si voterà il 9 e 10 giugno prossimo e non più il 26 e 27 maggio. Lo ha stabilito la giunta regionale, presieduta dal governatore Rosario Crocetta, che ha dato mandato all'assessore alle Autonomie locali di decretare la nuova data. La decisione è stata assunta per consentire all' Assemblea regionale siciliana di esaminare il disegno di legge sulla doppia preferenza di genere, già in discussione in commissione Affari istituzionali. Lo riferisce l'Ansa.

"Sono venticinque gli emendamenti al ddl per la doppia preferenza di genere all'esame della I commissione Ars. Li valuteremo senza pregiudizi anche in ordine alle modifiche per il sistema di voto per i sindaci”, ha annunciato oggi Marco Forzese, presidente della commissione legislativa dell'Ars e deputato del gruppo "Democratici e riformisti per la Sicilia". La novità normativa permette all'elettore di avere a disposizione, se vuole, due voti di preferenza, purchè assegnati a una donna e a un uomo.

“Diversi emendamenti – ha aggiunto Forzese - introducono la doppia scheda. Questa eventualità di riformare la legge elettorale è senza dubbio positiva. Va nel solco della separatezza del voto assegnato ai sindaci rispetto alla doppia scelta dei consiglieri di entrambi i generi. Auspico, dopo i lavori odierni della commissione, una seduta d'aula per la legge elettorale che contenga la riforma proposta dal governo di Rosario Crocetta e gli aggiustamenti al sistema di voto".

Proprio per permettere alla riforma della doppia preferenza di genere di essere approvata in tempo prima dell'indizione dei comizi elettorali, la giunta di governo ha dunque spostato la data del voto per le amministrative al 9 e 10 giugno, anziché al 26 e 27 maggio. A questo punto, però, l'Aula di Sala d'Ercole dovrebbe accelerare il passo, approvandola in tempi molto stretti, anche se potrebbe non essere necessario anticipare la riapertura dei lavori d'Aula prevista per l'8 aprile.

I tempi certo sono ridottissimi. Anzi tutto, è abbastanza inconsueto che si tratti una legge elettorale nel pieno della sessione di bilancio. La legge elettorale, peraltro, potrebbe uscire del tutto stravolta, visto che gli emendamenti in discussione prevederebbero, a quanto si apprende, interventi anche sullo sbarramento (in commissione sarebbe passata una norma che abbassa la soglia dal 5 al 4 per cento per accedere ai consigli comunali), ma anche sul premio di maggioranza, sui rimborsi per i consiglieri e su altri aspetti della legge. Che cambierebbe volto, clamorosamente, a una manciata di giorni dall'inidizione dei comizi elettorali.

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati