Dettagli
Venerdì 18 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
il passato che non passa, nel libro nero di nina giardinieri
 
IL PASSATO CHE NON PASSA, NEL LIBRO NERO DI NINA GIARDINIERI
il passato che non passa, nel libro nero di nina giardinieri
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Cultura, GALATI MAMERTINO (ME)

"... Non c'era il sole, non c'era la luna, non c'era niente..."... Figghia gridava la madre, figghia scuscinziata... ti scannu gridava il padre..." ...Così la ragazza cominciò a lavorare nei campi, ad andare alla raccolta delle olive... già si vedeva seduto sul sedile di pietra, lui parlare lei sentire..." stu poviru parrinu era tanto disperato che cominciò a girare per le campagne..." Brevi “pennellate” d'inchiostro tratti dalla pubblicazione di Nina Giardineri “Il libro nero” che si è classificato al terzo posto del concorso letterario “F. Ivaldi” indetto dal Comune di Gadesco Pieve Delmona in provincia di Cremona.

Un'Analisi puntuale, completa, ricerca sociale, culto del dialetto, testimonianza storica, bene immateriae che la scrittrice ha suggellato per sempre su carta . "Il racconto- (che dovrebbe essere consigliato nelle scuole siciliane) -scrive la giuria-è  ricco e complesso sia dal punto di vista tematico che nelle scelte linguistiche, apprezzabile il tono epico e lo scavo della cultura popolare siciliana. riprende la tradizione realistica italiana arricchendola con spunti originali e creativi. I personaggi delineati a tuttotondo, intrecciano i loro percorsi mossi da intensa passionalità"la sicilianità contadina del tempo; quella dimensione che  "è come - coglie una lettrice- un quadro bello,  la cui cornice lo è ancor di piu'"....

"Vogghiu sapiri unni purtastu a Jtina!- disse tutto d'un fiato lui.-" " E a tia chi t'interessa? Si ripigliò subito lei- "Dicitimmillu allura vi scannu..." Arte che parla, specchio di vita, riflessi del cuore, Parole senza tempo. Giardineri parla di ieri ma oggi cosa è cambiato? forse nulla se non ruoli, "vestimenti", scenari. Senzazioni ed emozioni sono attuali, cercano il nostro essere interiorene ne illuminano i tratti più bui,fanno rivivere i nostri padri, popolano le"città fantasma" cercano il mondo che c'è in noi, delineano l'isola che non c'è".

Jtina è la, poco prima della ripida salita che porta alle rovine del castello di Galati, con "le pitture eroiche dell'animo" esposte su uno scalino in pietra; la,  proprio dove le "ciappe" firmano il selciato. Di lei si parla nella "Parte undicesima"del libro  che l'autrice "scrive senza scrivere" e che noi fedelmente riportiamo.

Enzo Caputo
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
Al momento non vi sono notizie da visualizzare
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati