Dettagli
Martedì 22 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
spazio ai cittadini, idea della fenice che ha creato la fenice flash
 
SPAZIO AI CITTADINI, IDEA DELLA FENICE CHE HA CREATO LA FENICE FLASH
spazio ai cittadini, idea della fenice che ha creato la fenice flash
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: associazionelafenice@ovi.com
Attualità, SANT’ANGELO DI BROLO (ME)

Già dal primo numero, è stato offerto un importante “spazio ai cittadini”, nel quale chiunque può scrivere di ciò che ritiene opportuno. Il modo per avere visibilità, è contattare di persona uno dei rappresentanti dell’associazione o scrivere ad: associazionelafenice@ovi.com.
Di seguito, vengono riportati gli articoli presenti nel primo numero de La Fenice Flash.

SPAZIO AI CITTADINI

CRONACA DI UNA STORIA…. DA CANI!

Tutto ha inizio una sera di fine estate, quando tornando da lavoro, ricevo un' accorata telefonata da Giuseppina L., la quale chiede il mio aiuto per rassicurare e convincere ad uscire di casa il nostro compaesano Agostino Fasolo, che viste le precarie condizioni di salute doveva essere ricoverato d'urgenza e che non voleva andare via per non lasciare soli i suoi amati 12 cani. Vista la gravità del momento mi precipito a casa Fasolo dove troviamo il vecchietto che non si reggeva in piedi.

Avvisati i vigili e l'autoambulanza ci prodighiamo subito per sfamare le povere bestie 3 cagnolini adulti e ben 10 cuccioli. Il sig. Fasolo viene ricoverato presso la casa di riposo del nostro paese ed inizia quella che poi si trasformerà nella mia missione, trovare una sistemazione a questi cani. Per diverse settimane mi reco tutti i giorni da loro per accudirli e sfamarli, cerco di diffondere la notizia di questi cuccioli che cercano casa, faccio adottare 1 cucciolo di 2 mesi, nel frattempo chiediamo aiuto al sindaco che sabato 10/09/11 fa intervenire l'associazione PET di Capo d'Orlando che preleva gli animali. A loro, tramite l'assistenza del dott. Veterinario C. Luzio viene affidato il compito di curare i cani affetti, da molte settimane da una dermatite acuta, iniziare la prima serie di vaccini, sterilizzare le due cagnoline femmine adulte e infine cercare di provvedere all'urgente adozione. Intanto Giuseppina. L. partecipa a modo suo, facendo pubblicare 3 articoli sui giornali, inventando anche l'esistenza di una presunta associazione sottolineando che eravamo delle volontarie.

Dopo circa una settimana, vengono portati al rifugio della PET di Capo d'Orlando altri 5 cuccioli provenienti dal territori di Sant' Angelo di Brolo. Frattanto cerco di organizzare in collaborazione con le scuole medie e l'associazione di ragazzi “ O vuoi o non vuoi il futuro siamo noi” una giornata dedicata all'adozione, organizzata per il 09/10/11 con il nome (tengo a precisare non scelto da me) “sagra de cane”, che risulterà un totale fallimento a causa sia delle pessime condizioni climatiche della giornata, sia perché la sola pubblicità cartacea non ci ha aiutato a diffondere adeguatamente la notizia. Partecipano poche decine persone che si limitano solo a ”degustare” i biscotti che i ragazzi dell'associazione avevano preparato.

Il 12/10/11 trascorsi 2 mesi dal trasferimento dei cani a Capo d'Orlando, la collaborazione tra l'ass. Pet e l'amministrazione comunale si interrompe, poichè il comune non paga la seconda fattura ritenendola troppo onerosa, quindi la PET in accordo con il sindaco riporta i cani a Sant' Angelo, rinchiudendoli nei locali dell'ex macello. In totale la PET farà adottare 6 Cani in due mesi riconsegnandone 11. Avvisata dal sig. Carmelo Galipò del trasferimento dei cani al macello, mi reco subito sul posto e trovo uno scenario a dir poco scandaloso, i cani sono stati chiusi dalla mattina in due stanze che si presentavano in totale assenza di ogni sicurezza igienico-sanitaria, senza acqua, senza cibo, tra bombole di gas, vetri rotti,sedie, televisori, olio usato,parti di motori, e “tutto lo schifo di questo mondo”. Parlo immediatamente della situazione con Giuseppina L., la quale asserisce che non sapeva niente né lei né l'amministrazione, ( bah!!!??!! ) faccio presente le mie lamentele con Lei, Pippo Palmeri e il presidente del consiglio comunale dott. Franco Cortolillo, sperando che almeno loro potessero fare qualcosa di importante e urgente. Le mie speranze sono state poste però in persone poco serie e poco sensibili perché passo le seguenti settimane pulendo e sistemando, togliendo tempo prezioso alla mia quotidianità e rischiando con la mia salute non certo ottima, infezioni gravi. Potrei aggiungere ulteriori particolari, ma mi dilungherei troppo e comunque il succo del discorso è solo uno, che a Sant' Angelo non c'è ancora la cultura del rispetto per gli animali e soprattutto per le persone.

Aggiungo solo un personale commento: “ Vorrei che gli sforzi fatti gratuitamente e con il cuore non vengano travisati, vorrei solo che le autorità agissero in ossequio delle leggi e di un forte senso civico, provvedendo al più presto alla sterilizzazioni delle cagnette femmine. Vorrei che questi cani, che ormai hanno circa 7 mesi e cresciuti sballottolati tra rifugi, stanze di macello e recinti non adeguati possano trovare delle famiglie che li adottino e li curino.
Alle persone di Sant' Angelo non chiedo soldi, ma solo collaborazione, un aiuto nel cercare di risolvere insieme come comunità un' urgenza che non riguarda solo me che amo gli animali ma che riguarda tutti.
FENIA ASTONE

LE NOSTRE OPINIONI

TUTTI A TAVOLA…. O NO??

“Se le famiglie non pagheranno la compartecipazione per la mensa scolastica, il Comune sarà costretto a sospendere la refezione”.
Questo il duro monito che riecheggia dal Palazzo Municipale e rituona nelle case delle famiglie santangiolesi, accentuato anche dal ricorso ai media locali.
La riconfermata amministrazione Caruso ha recentemente reso note le difficoltà di un possibile mantenimento del servizio di refezione scolastica per il corrente anno didattico a causa di numerose posizioni debitorie nei confronti del Comune (dato eclatante: solo 40 famiglie su 232 alunni frequentanti hanno versato il contributo di compartecipazione al servizio).
Preso atto, a malincuore, delle rigide intenzioni dell'amministrazione, in parte comprensibili alla luce delle innumerevoli difficoltà economiche in cui versano tutte le piccole realtà locali, ci si potrebbe chiedere:
• Perché un numero cosi elevato di famiglie ad oggi non ha ancora versato il contributo di compartecipazione al servizio refezione?!....Potrebbe trattarsi di un sintomatico malcontento in relazione al servizio offerto?!
• Era necessario un così eclatante “sbotto”, soprattutto mediatico, da parte dell’amministrazione o si poteva in maniera più “garbata” avvisare i suddetti debitori?!
Intanto, su richiesta del gruppo di opposizione Sant'Angelo nel Cuore, nel prossimo Consiglio Comunale del 6 Febbraio alle ore 18, è stato inserito un apposito punto aggiuntivo riguardante la refezione scolastica.
Si attendono rapide soluzioni.
IN DIRETTA DALL’ALBO PRETORIO
...1
Interessante iniziativa dell'Assessore alle Attività produttive che ha presentato in Giunta il regolamento per l'accesso alle “borse di lavoro”, un sistema di incentivi per le aziende che assumono a tempo indeterminato o per attività di autoimpiego. Requisito fondamentale per accedervi è quello di essere cittadini italiani residenti a Sant’Angelo di Brolo o di dimorarvi stabilmente. Gli incentivi sono inoltre compatibili con altre forme di agevolazioni (comunitarie, regionali, ecc...).
Riteniamo che qualche miglioria possa essere apportata al regolamento di erogazione (consultabile nella sezione Albo online - Delibere di Giunta del sito dell’ente), prevedendo ad esempio un’apposita riserva di posti per i giovani sotto i trentacinque anni anziché utilizzare esclusivamente il criterio dell’ordine cronologico di presentazione delle domande.
… 2
Apprendiamo che con ordinanza n. 121 del 19 dicembre 2011 il Sindaco ha emesso un’ingiunzione di pagamento contro un’associazione santangiolese per aver affisso nelle bacheche comunali, in violazione dell’ordinanza sindacale n. 45/2010 e in assenza di autorizzazione, dei manifesti pubblicitari coprendo quelli relativi alla 6° Sagra della nocciola.
Poiché l’associazione in questione è stata protagonista nella passata stagione estiva di un prolungato battibecco con l’Amministrazione, al fine di fugare ogni dubbio su eventuali “ritorsioni politiche”, sarebbe opportuno e interessante conoscere i dati relativi alle multe elevate ad altre associazioni per la medesima violazione e gli incassi della riscossione della Gestione affissioni per manifestazioni culturali, ricreative e sportive.

RESPONSABILITÀ?? MI…. “RIFIUTO”!!

L'Assessorato Regionale del Turismo, ha recentemente stanziato 994.000€ , per i lavori di rifacimento dell'impianto di illuminazione del centro urbano e la riqualificazione del centro storico. Riconoscendo l'importanza del finanziamento, non possiamo non evidenziare la frase del Sindaco Caruso a riguardo: “Anche per questo finanziamento, cercheremo di accelerare le pratiche affinché, nel giro di qualche mese, possa essere appaltato. Un risultato importante, che darà segni tangibili per continuare con il cambiamento e il miglioramento estetico del nostro paese”. Ci fa piacere notare come l’estetica del paese, stia a cuore al Sindaco. A tal proposito, come non citare la favolosa isola ecologica di S. Carlo??? Uno splendido spaccato del nostro comune, proprio in prossimità del tanto vantato centro polivalente. DEGRADANTE. Questa non andrebbe migliorata??

Quindi ricapitolando.. se la Regione stanzia 994.000€, il miglioramento estetico del nostro paese ci sta a cuore…. Se i soldi non arrivano, ce ne freghiamo. Del resto, come si legge nella risposta del Sindaco all'interrogazione del Gruppo di Opposizione Sant'Angelo nel Cuore (14 novembre 2011 - prot. 14536), ”la scelta dell'Area da destinare per tali finalità, non è stata operata dall'Attuale Amministrazione.

E' da precisare che, se non utilizzata in modo improprio, la stessa non dovrebbe arrecare danni di sorta, né dal punto di vista paesaggistico, né ambientale.’’ Inoltre si apprende, sempre dalla stessa, come all'Ato Me2 “sia stata invitata a provvedere, con urgenza, a realizzare una idonea recinzione lato strada.” Tanto per far fronte all'obbligo di legge di Le Linee guida per i CCR (Centro Comunale di Raccolta) 7.5.2.3
Peccato che, il Sindaco, ometta una cosa importante: la scelta dell'Area non sarà stata operata dall'Attuale Amministrazione, vero anche che la rimozione dei materiali e la pulizia dello spazio, spetta all'Ato Me2 ma LA REALIZZAZIONE del Centro di Raccolta?

Quella si che è MERITO ESCLUSIVO dell'ATTUALE AMMINISTRAZIONE… ed è in quella che si sono IGNORATE le norme previste dalle Linee Guida Regionali, per il centro di raccolta comunale. Insomma.. anziché scaricare (rifiuti) e responsabilità, si potrebbe forse fare un pò di mea culpa, ogni tanto.

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati