NEBRODI (ME) - LA TERRA DEL FUOCO: A BREVE LA RACCOLTA DI POESIE DI ANTONIETTA CAPUTO
DATA NOTIZIA: 03/01/2013 - FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
 
Quando ti vidi per la prima volta/ eri tutta in fiore... profumavi di zagare, /di terra antica /dal cuore caldo. Comincia così l'ode alla Sicilia scritta da Antonietta Caputo di Paderno Dugnano, novella Ada Merini, poetessa “per la vita”.

E ancora: “Sei, Come un canto di Sirena ammaliatrice/che si perde nella notte dei tempi.../ Antica e, ancora tutta da scoprire.” I versi che fanno parte della raccolta “Le strade del cuore” di prossima pubblicazione, per la recensione del giornalista Enzo Caputo, descrivono la “sicilianità” e il fascino di una terra che “rinasce” ad ogni ora che, continuano i versi, “si dimentica ../o si ricorda, come la morte che, per mano dell'uomo, ogni giorno ti accusa, piangendo tu stessa i tuoi figli”.

“Ho pensato – dice l'autrice- alle sensazioni che ho provato nel vedere l'isola e ne ho fatto poesia: parole sentite che aspettavano di essere solo scritte, erano già nel mio cuore.

Sono stata rapita dalla dalla zagara e dai fiori d'arancio, una terra “celata” ma sentita che piange i suoi figli...come una madre. Sicilia terra d'amuri.” Della stessa autrice, solo per fare alcuni titoli “...Ancora si muore..chiamandosi... Amore...” contro il femminicidio, “Tempo Perduto”, “Cuore”, “cantami una poesia”.

“Le strade del cuore” infine saranno presentate nella prossimi mesi in Sicilia nel corso della rassegna di poesia viaggiante “La terra del fuoco” titolo che la poetessa ha scelto pensando all'Etna.

Enzo Caputo

 
 
Pagina stampata da http://www.quadrifoglionews.it
Vietata la copia e la distribuzione (anche parziale) senza la previa autorizzazione della redazione
Copyright 2004 - 2021 "Il Quadrifoglio News Online" supplemento elettronico
del mensile d'informazione e di annunci economici "Il Quadrifoglio News"