MESSINA E PROVINCIA - ENTE ACQUEDOTTI SICILIANI IN CRISI, RISCHIO SOSPENSIONE EROGAZIONE
DATA NOTIZIA: 21/07/2012 - FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
 

Ente Acquedotti Siciliani in crisi, rischio sospensione erogazione idrica in vari comuni della Provincia di Messina.

Il capogruppo dell’Udc a Palazzo dei Leoni Rosario Sidoti ha scritto al Presidente della Provincia Regionale di Messina, On. Nanni Ricevuto, affinchè si mobiliti in considerazione della sempre più grave crisi finanziaria dell’Ente Acquedotti Siciliani (EAS), in liquidazione ormai da otto anni, sommerso dai debiti che pare abbiano raggiunto i 400 milioni di euro.

A farne le spese sono i quarantacinque comuni della Regione Siciliana cui l’Ente dovrebbe garantire l’erogazione dell’acqua, tra questi tredici sono comuni della provincia di Messina: Casalvecchio Siculo, Cesarò, Furnari, Gaggi, Mazzarà S. Andrea, Merì, Motta D’Affermo, Roccavaldina, S.Teodoro, Savoca, Tusa, Valdina e Venetico.

I sindaci dei comuni interessati, continua il consigliere Sidoti, sono fortemente preoccupati per le gravi conseguenze che potrebbero verificarsi in un periodo, quale quello estivo, quando la popolazione spesso raddoppia a causa del rientro dei turisti, che vengono a trascorrere le vacanze nel paese di origine, pertanto il fabbisogno idrico giornaliero aumenta notevolmente.

Tale disastrosa condizione aggrava ulteriormente la già precaria situazione finanziaria dei comuni che, con grande difficoltà e impegno, dovrebbero sopperire a tutte le mancanze, a partire dalla ordinaria manutenzione delle condutture; sempre a causa di questa crisi, il Comune di Cesarò sta affrontando una situazione insostenibile, infatti, il paese è rimasto senz’acqua per parecchi giorni e l’Amministrazione, per ovviare a tale disagio, ha dovuto provvedere urgentemente al ripristino del guasto alla rete di adduzione e al rifornimento dei serbatoi idrici utilizzando delle autobotti, accollandosi così ulteriori spese che gravano sulle casse comunali.

Per quanto sopra esposto, il capogruppo dell’UDC Rosario Sidoti, chiede al Presidente della Provincia Regionale di Messina on.le Nanni Ricevuto di intervenire presso gli organi preposti per risolvere le problematiche che hanno ridotto all’immobilismo l’ E.A.S., un ente erogatore di servizi essenziali.

l Capo Gruppo UDC

dr. Rosario Sidoti

 
 
Pagina stampata da http://www.quadrifoglionews.it
Vietata la copia e la distribuzione (anche parziale) senza la previa autorizzazione della redazione
Copyright 2004 - 2021 "Il Quadrifoglio News Online" supplemento elettronico
del mensile d'informazione e di annunci economici "Il Quadrifoglio News"