Q-MAGAZINE - BROLO QUESTA SERA 30 LUGLIO I TENORI IN VILLA. CON OMAGGIO A GIUSEPPE BELLANTONI
DATA NOTIZIA: 30/07/2022 - FONTE NOTIZIA: Salvatore Cal
 

Coralie Camuti, direttrice artistica del grande evento, ha presentato il corposo programma di sala, che questa sera potrà essere seguito al grande concerto dedicato alla musica lirica.

L’elenco degli ospiti.

omaggio a Giuseppe Bellantoni

La serata è dedicata a Giuseppe Bellantoni, il grande baritono brolese moro nel 1946 a Forte dei Marmi.

Il cantante, che viveva con la sua famiglia nei bassi del castello, studiò al Liceo Musicale di Messina e successivamente a Roma con Antonio Cotogni. Per seguire la carriera artistica abbandonò la carriera medica intrapresa dopo la laurea in Medicina. Debuttò sul finire del 1905 al Vittorio Emanuele di Messina riprendendo Enrico Moreo nel Ballo in Maschera.

Ebbe subito successo e nel 1907 cantò al Carlo Felice di Genova mentre nel 1908 debuttò alla Scala di Milano e fu nel cartellone della stagione inaugurale del Colon di Buenos Ayres in vari titoli wagneriani, di cui fu un ottimo interprete. Cantò anche in Spagna e in Francia. Nel 1919 fondò insieme ad altri cantanti un vero e proprio sindacato degli artisti che funzionava come una cooperativa. Cantò fino all’inizio degli anni trenta e dopo il ritiro si dedicò all’insegnamento.  Morì in miseria a Forte dei Marmi, nota località della Versilia, dove era custode di una villa.

Un vero e proprio festival, che giunge alla sua seconda edizione. Voluto dall’amministrazione comunale e ottimizzato dall’Accademia Music Art diretta da Sergio Camiti. Questi i brani in scaletta:

Prima parte

Edoardo Zappalà e Coralie Camuti – B. Bártok, Danze popolari rumene
Giusy Accordino – P. I. Tchaikovsky, op. 39 nn. 6, 7
Simone Scardino – F. Kuhlau, op. 20 n. 1 (I movimento)
Roberta Ioppolo – M. Giuliani, variazioni su un tema di Haendel op. 107
Ada Leone – J. Brahms, op. 39 n. 3
Alisia Gaia Di Stefano – O. Respighi, Notturno e Valse Caressante
Swami Forzano – W. A. Mozart, da Così fan tutte “Una donna a quindici anni”
Greta Camuti – J. Haydn, Sonata in Re Maggiore (I movimento)
Barbara Di Maria – J. S. Bach, Preludio dalla Suite Inglese n. 2
Mariano Scarpaci – A. Barrios, Suenò en la floresta
Sofia Miceli – J. Haydn, Sonata in mi minore (III movimento)
Coralie Camuti – F. Liszt, Leggenda di San Francesco da Paola
Martina La Malfa, Christian Gravina, Antonio Cardone

seconda parte

W. A. Mozart, da Le nozze di Figaro “Non più andrai farfallone amoroso”
G. Puccini, da La Boheme “Quando me’n vo”
F. Lehar, da La vedova allegra “Tace il labbro”
G. Puccini, da Cavalleria rusticana “Intermezzo”
G. Puccini, da Gianni Schicchi “O mio bambino caro”
W. A. Mozart, da Don Giovanni “La ci darem la mano”
G. Rossini, da Barbiere di Siviglia “Largo al factotum”
G. Puccini, da La Rondine “Chi il bel sogno”
G. Puccini, da Manon Lescaut “Intermezzo”
S. Gastaldon, “Musica Proibita”
G. Rossini, da L’italiana in Algeri, “Le femmine d’Italia”
E. De Curtis, “Torna a Surriento”
E. Di Capua, “O sole mio”

Sul palco:

Il concerto a cura dell’Accademia Music Art di Sergio Camuti si avvierà alle ore 21,30 ed è stato voluto dall’amministrazione comunale.

Gli ospiti della serata

Martina La Malfa (soprano), Christian Gravina (baritono), Antonio Cardone (pianista)

direzione artistica Coralie Camuti

Si esibiranno i ragazzi da loro diretti nei corsi avanzati dell’Accademia Music Art e quelli entrati al Triennio Accademico del Conservatrio “A. Corelli” di Messina e dal Mº Giuseppe Mangano per la classe di chitarra.

Alisia Gaia Di Stefano, pianista e docente di pianoforte presso l’Accademia Music Art

Si esibirà con “Alla fonte”, pezzo caratteristico del 1920 di Antonio Savasta, compositore catanese, formatosi al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Ebbe un grande successo con l’Opera “Vera”, su libretto di G. B. De Seta, rappresentata al Teatro Massimo V. Bellini di Catania. Dal 1926 al 1938 diresse il Conservatorio di Palermo.

Edoardo Carmelo Zappalà, ospite e docente di violino.

Eseguirà, in duo con Coralie Camuti, le famosissime Danze popolari rumene di Bèla Bartòk del 1917. Questo compositore è stato un grande ricercatore appassionato di materiale folcloristico autentico e queste danze dichiarano precisi riferimenti regionali e formano un tutto compatto, nell’ambiente armonico modale e omogeneo, nella sequenza e nei contrasti dinamici e ritmici, oltre che in quelli espressivi, dall’accurata e nostalgica malinconia all’allegria sfrenata.

Coralie Camuti, docente di pianoforte dell’Accademia Music Art, nonché direttore artistico della serata. Si esibirà con la 2ª Leggenda di S. Francesco da Paola che cammina sulle onde di Franz Liszt, idea suggeritagli da un quadro del pittore Steinle e donatogli dalla principessa Wittgenstein. Si tratta di un’opera composta nel 1863 che si rifà al miracolo operato dal Santo, il quale attraversò lo stretto di Messina.

Si esibiranno sia ragazzi dei corsi avanzati dell’Accademia Music Art sia i ragazzi provenienti dalla stessa, ma entrati quest’anno al Triennio Accademico del Conservatorio “A. Corelli” di Messina. Tutti curati dai Maestri Alisia Gaia Di Stefano e Coralie Camuti, per la classe di pianoforte, e dal Mº Giuseppe Mangano per la classe di chitarra.

Curricula degli ospiti

Martina La Malfa

Inizia gli studi di pianoforte e canto con l’insegnante Rosaria Conte ed entra in Conservatorio all’età di sedici anni , proseguendo gli studi di canto lirico con l’insegnante Maria Luisa Pappalardo. Nel 2010 si diploma in canto lirico presso il Conservatorio “Arcangelo Corelli di Messina con votazione 10/10. Nel 2011 si laurea in logopedia presso la facoltà di Medicina e

Chirurgia di Messina con votazione 110/110 e lode. Nel 2014 consegue la Laurea Specialistica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Messina per il corso di laurea “Scienze Riabilitative delle professioni Sanitarie”.

Vincitrice Nazionale di numerosi concorsi di musica leggera. Tra i più importanti il “Videofestival Live” di Milano, organizzato da Radio Italia.

Vincitrice nella sezione lirica del concorso Miss Teenager tenutosi a Cortina D’Ampezzo. E’ stata ospite in diverse serate per le selezioni regionali di “Miss Italia” in onda su Sky.

Durante gli studi in conservatorio partecipa a diversi concerti organizzati in occasione delle manifestazioni accademiche a Messina.

Nel 2013 interpreta il ruolo di Lola in “Cavalleria Rusticana” a Reggio Calabria.

Ha preso parte a degli spettacoli con tema le colonne sonore di Ennio Morricone al Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina. Partecipa a corsi di interpretazione vocale ed operistica con il celebre soprano Katia Ricciarelli ed il Maestro Francesco Zingariello.

Negli anni ha acquisito padronanza scenica data dall’intensa attività concertistica eseguendo celebri brani d’opera e riscuotendo sempre ampi consensi da parte del pubblico.

Partecipa al programma “ Tu si que vales” su canale 5 con le “ladiesoprano” un quartetto di soprani con le quali interpreta “Habanera” di Bizet.

Christian Gravina 

Nato a Messina nel 1974.Si diploma al Conservatorio “A. Corelli” di Messina con il massimo dei voti, sotto la guida del M° Antonio Bevacqua. Nel 1995 fa parte, come corista ,del   Jesus  Christ Superstar di A.L. Webber, diretto da  Massimo Romeo Piparo. Dal 1996 al 1998 consegue diversi successi in numerosi concorsi lirici ,tra cui il Concorso internazionale di canto lirico “G. Di Stefano” .

Negli anni successivi è solista nello  “ Stabat Mater”  di Astorga .Nel 1997 è Idoneo nelle sezione “Baritoni” alle audizioni del Teatro Massimo di Palermo per Artisti del Coro . Corista in “Ascesa e caduta della città di Mahagonny” di Brecht, “Nabucco” di G. Verdi,” Bohème” di G. Puccini, ”Turandot” di G.  Puccini con il Coro Lirico “F. Cilea” presso il Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Nel Novembre del 2002 e negli anni a seguire entra a far parte del cast di “Notre Dame De Paris” di R.  Cocciante in cui interpreta il ruolo di Frollo ,in tour in tutti i più prestigiosi teatri italiani. Nel 2006 è il protagonista nell’opera “La Città Fantasma” di F. Storino ( Auditorium Parco della musica di Roma) e, nello stesso anno, incide il brano “Prenditi cura di me” per il Gen Rosso prodotto dalla Sony Record. Nel 2007 frequenta il master di interpretazione operistica del M° Maurizio Arena dopo il quale interpreta Larkens ne “La Fanciulla del west “ di G. Puccini al Teatro Vittorio Emanuele di Messina .

Tra il 2007 e il 2009 è nuovamente Frollo nei successivi tour italiani di “Notre Dame de Paris” di R. Cocciante. Il 18 Giugno 2010 ricopre il doppio ruolo di Fra Cristoforo e il cardinale Borromeo nel debutto dell’opera musicale moderna di M. Guardì e P. Flora “I Promessi Sposi” allo Stadio S. Siro di Milano. Negli anni seguenti è ancora protagonista nei successivi tour italiani della stessa opera. Dal 2013 al 2016 è regista, ideatore e direttore vocale dei musical “ Il Principe di Agrabah”, “Audizioni” e “Cala il Sipario” e firma la regia di un adattamento del musical Cats, denominato I Gatti Jellicle “ prodotto dal Teatro Vittorio Emanuele di Messina ed ivi rappresentato oltreche’ al Teatro Mandanici di Barcellona P.G..

Nel 2014 è co-protagonista nel film “Ballando il Silenzio” di S. Arimatea e partecipa all’intera stagione dell’ormai famosa rassegna lirica “Italian Opera” a Taormina. Nel 2016 è Pilato nel “ Jesus Christ Superstar” di A. L.. Webber della Compagnia  Croce del Sud di Salerno. Nel Febbraio 2019 ha partecipato alle selezioni per Artisti del Coro bandite dalla Fondazione Arena di Verona per la corda dei “Baritoni” risultando idoneo. La sua attività concertistica nella lirica e nel pop è intensa e continua.

Antonio Cardone

Nato a Messina nel 1971. Ha compiuto gli studi pianistici sotto la guida esperta del M. Riccardo Motta, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “A. Corelli” di Messina nel 1999. Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici nazionali risultando spesso tra i premiati. In particolare, nel 1998 ha ottenuto, con la Fantasia op. 17, il premio come miglior esecutore di un’opera di Schumann nella rassegna messinese dedicata al musicista tedesco.

L’anno successivo è stato riconosciuto, nella medesima manifestazione, migliore interprete di una composizione classica (la Sonata op. 101 di Beethoven) e miglior esecutore in assoluto. Ha tenuto concerti per numerose associazioni musicali in qualità di pianista solista e in formazioni cameristiche, nonché come direttore di coro, ed è stato invitato da un’importante emittente satellitare di Roma a suonare in una serie di trasmissioni televisive. Si è laureato in Lettere Moderne con il massimo dei voti e la lode nel 2001 presso l’Università di Messina, discutendo brillantemente una tesi dal titolo “Ad Deum per musicam. Prospettiva storico-culturale del De musica di Sant’Agostino”. Affianca alla docenza di italiano e latino nei Licei una regolare ed intensa attività musicale in qualità di didatta e maestro collaboratore al pianoforte e all’organo.

Edoardo Carmelo Zappalà, nato a Catania nel 2001, ha intrapreso lo studio del violino all’età di nove anni con la M^ Gemma Raneri e successivamente con il M° G. Anastasio. Negli anni ha partecipato a diversi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il Concorso Nazionale “Amigdala” di Viagrande, premio “Città di Siracusa”, Concorso “P. Mandanici” di Barcellona P.G., e Premio “Giuseppe Ierna” di Floridia (SR), conseguendo primi premi e primi premi assoluti. Ha frequentato masterclass tenute dai maestri Heloise Geoghegan, Anna Kandinskaja, Stefan Milenkovich e Maristella Patuzzi.

Nel 2017 ha intrapreso gli studi presso il Conservatorio A. Corelli di Messina nella classe del M° Francesco Toro, e nel 2020 ha conseguito il diploma accademico di primo livello con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Francesco Carlo Magistri.  Si esibisce anche in quartetto e in duo con la pianista Coralie Camuti. Con l’orchestra sinfonica del Conservatorio Corelli, di cui nell’ultimo anno accademico ha ricoperto il ruolo di primo violino di spalla, si è esibito con solisti di fama mondiale tra cui Calogero Palermo, Michele Campanella, Francesco Libetta, Maristella Patuzzi ed Emmanuel Pahud. Consegue il diploma accademico di secondo livello con il massimo dei voti e la lode nel 2022.

Coralie Camuti

Si laurea con lode nel 2020 presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina, dove attualmente frequenta il Biennio specialistico con il Mº Francesco Mirabella e il corso di Direzione d’Orchestra, sotto la guida del Mº Bruno Cinquegrani. Vincitrice di numerosi concorsi pianistici internazionali, come “International Music Competition AMIGDALA” di Aci Bonaccorsi, Catania.

Ha partecipato ad importanti Masterclasses con concertisti di fama mondiale, come Leslie Howard, Michele Marvulli, Alexey Lebedev, Roberto Cappello, Alexander Hintchev, Dainius Kepezinskas, Olga Domnina e Michele Campanella, con il quale ha frequentato sia Master annuali di Alto perfezionamento pianistico presso Maiori (SA) e l’Istituto di Musica “Hans Werner Henze” di Montepulciano (SI) che Masterclass presso l’Istituto superiore “V. Bellini” di Caltanissetta, l’Accademia Musicale Catarsi di Palermo e l’ultima al Real Conservatorio Superior de Música “Victoria Eugenia” di Granada. Sta approfondendo il repertorio di Musica da Camera e accompagnamento pianistico, tenendo anche diversi concerti, l’ultimo al Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

Alisia Gaia Di Stefano nasce a Messina nel 1991.

All’età di 5 anni dimostra attitudine per le arti e si avvia allo studio del pianoforte con il M° Giuseppe Faranda, proseguendo al Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina, sotto la guida del M° Teresa Nascè, fino al conseguimento, nel 2016, del Diploma Vecchio Ordinamento in Pianoforte col massimo dei voti e nell’ottobre 2019, del Diploma Accademico di II livello col massimo dei voti e la lode.

Il suo innato senso artistico la spinge a dedicarsi alla composizione ed all’età di 16 anni crea le sue prime melodie: “Dolcissimamente…in punta di piedi”, “Come perle di rugiada”, “Coreografia di sentimenti” ed altre ancora.

Nell’agosto 2005 partecipa al IV Festival Coreutico-Musicale “La Nocciola d’Oro”, voce e pianoforte, in duo con Floriana Floridia, conquistando il premio speciale della giuria per la categoria “Big”. Nell’agosto 2010 si esibisce in concerto nella sala del Circolo Monte Castello di Ucria in occasione della presentazione del libro “Pensieri in salsa di inchiostro” della scrittrice Angela Niosi.

Nel maggio 2013 si esibisce in quintetto di Musica da Camera presso la sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele di Messina in un concerto la cui preparazione è stata curata dal M° Alessandra Garosi. Sempre nella sala Sinopoli si esibisce in duo con la sassofonista Stefania Calabrese, con la quale nel dicembre 2013 tiene un concerto ad Ucria per l’evento “Natale in chiave di Sol”. Nell’agosto 2017 è membro della giuria di esperti musicali della XII edizione del Festival Musicale Canoro “La Nocciola d’Oro”.

Nella stagione concertistica “Autunno 2019”, tiene un concerto presso il Salone degli Specchi di Giarre per l’organizzazione “Cappella Musicale Mater Puritatis”. Partecipa a diverse Master, tra cui quelle con i Maestri Pierluigi Camicia, Leslie Howard, Federica Righini ecc. Studia e si perfeziona in duo pianistico e nell’anno 2017 si esibisce anche in formazione di duo. Nell’a.s 2020/21 insegna Musica presso gli Istituti “Foscolo” di Taormina e “L. Petri” di Santa Teresa di Riva.

Attualmente, con il M° Teresa Nascè, continua il suo perfezionamento pianistico e didattico fondato sulla Scuola Pianistica Russa e insegna Pianoforte e Teoria Ritmica e Percezione Musicale, presso l’Accademia “MusicArt” del M° Sergio Camuti, convenzionata con il Conservatorio “A. Corelli” di Messina.

Condurrà la serata Giovanni Mastriani

 

 

 

 

Fonte: scomunicando

 

 

L'articolo Brolo – Questa sera 30 luglio i Tenori in Villa. Con Omaggio a Giuseppe Bellantoni proviene da Nebrodi24.

 
 
Pagina stampata da http://www.quadrifoglionews.it
Vietata la copia e la distribuzione (anche parziale) senza la previa autorizzazione della redazione
Copyright 2004 - 2022 "Il Quadrifoglio News Online" supplemento elettronico
del mensile d'informazione e di annunci economici "Il Quadrifoglio News"