Q-MAGAZINE - CASTELLUMBERTO UNA LETTERA APERTA DELLA MINORANZA CON INDIGNAZIONE PER LA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE MATTU
DATA NOTIZIA: 28/03/2019 - FONTE NOTIZIA: Salvatore Cal
 

Vogliamo esprimere la nostra indignazione per le modalit nonch la tempistica con le quali stata gestita la convocazione dellodierna seduta consiliare, dando ulteriore prova, come se non bastasse, dellincapacit amministrativa dellattuale Amministrazione! Cosi scrivono in una lettera aperta i consiglieri comunale di minoranzaVeronica Maria Armeli, Federica Monastra e MarcoPolino, per protestare contro la convocazione del consiglio comunale straordinario ed urgente di stamattina alle ore 12,00.

Pubblichiamo la lettera integrale dei consiglieri e rimaniamo dispobili con chiunqie volesse replicare sulla vicenda.

Lettera aperta

al Consiglio Comunale di CastellUmberto

Noi sottoscritti Consiglieri Comunali Armeli Veronica Maria, Monastra Federica e Polino Marco, facenti parte del Gruppo Consiliare Condivivi CastellUmberto, con la presente vogliamo esprimere la nostra indignazione per le modalit nonch la tempistica con le quali stata gestita la convocazione dellodierna seduta consiliare, dando ulteriore prova, come se non bastasse, dellincapacit amministrativa dellattuale Amministrazione!

Come sappiamo, infatti, il Presidente del Consiglio Comunale di CastellUmberto, Sarina Battagliola, ha convocato per oggi, mercoled 27 marzo alle ore 12,00, un Consiglio Comunale straordinario ed urgente con un unico punto dell o.d.g.:

  • Approvazione Piano Finanziario per la determinazione dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e per la determinazione della tariffa della T.A.R.I. per lanno 2019.

Innumerevoli, a nostro dire, gli aspetti incresciosi della vicenda

In primo luogo, alla luce di quanto disposto dallart. 16, comma 1, del nostro Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale ovvero II Presidente rappresenta lintero Consiglio Comunale, ne tutela la dignit del ruolo ed assicura lesercizio delle funzioni attribuite dalla legge e dallo Statuto al Consiglio e ai suoi organi e ai Consiglieri, non possiamo esimerci dallevidenziare che, per la prima volta, purtroppo, CastellUmberto ha un Presidente del Consiglio che, a nostro dire, risulta essere demotivato, distratto ed incapace a gestire il Consiglio stesso!

Questa sua convocazione oggi, ci rivolgiamo personalmente a Lei Presidente, produce innanzitutto un danno di immagine al nostro Comune, danno creato dalla sua inerzia, appunto!

Si palesano ripercussioni sia a livello interno, nei confronti dei dipendenti di questo Comune che si impegnano ad assolvere i propri doveri nel rispetto dei dettami normativi; sia a livello esterno, nei riguardi dei cittadini e dellintero territorio nebroideo.

Per non parlare, poi, del danno erariale conseguente ad una separata convocazione, ribadendo, peraltro, che quando si tratt di discutere lincompatibilit del Consigliere Polino lei stessa fece intendere di aver aspettato di accumulare il punto con altri argomenti, onde evitare di portarne solo uno

Quella non le era sembrata una questione urgente, vero?!?

da sx Enzo Lionetto e Sarina Battagliola

In secondo luogo, inoltre, unAmministrazione attenta, oculata, a servizio dei cittadini, non avrebbe trasformato in urgenza ci che urgenza non era (ultimamente prassi dellAmministrazione Lionetto!) e, convocando un Consiglio Comunale ordinario entro il 30 Marzo, come previsto dalle Autonomie Locali, avrebbe deliberato in merito allapprovazione del Piano Finanziario per la determinazione dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e per la determinazione della tariffa della T.A.R.I. per lanno 2019, lasciando i giusti tempi di studio e disamina agli stessi consiglieri, altro essenziale aspetto per nulla trascurabile.

Il Presidente, invece, non stato capace di produrre in tempi congrui ed ordinari una delibera rilevante, ovviamente, anche ai fini del prossimo bilancio previsionale.

In terzo luogo, per quel che concerne la connotazione di straordinariet ed urgenza data a tale riunione, non possiamo non riportare quanto disposto dallart. 18, comma 5, sempre del nostro Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale: Il Consiglio convocato durgenza quando sussistono motivi, che devono essere indicati dai richiedenti e valutati dal Presidente, rilevanti ed indilazionabili che ne rendono necessaria la riunione.

Veda Presidente, stante la discrezionalit della sua valutazione, con le annesse sue responsabilit, la seduta odierna non ci appare coerente con tali dettami normativi poich, a nostro parere, non sussistono i presupposti reali ed oggettivi di tale urgenza che, invece, laddove potesse ravvisarsi, sarebbe scaturita da negligenze solo soggettive.

Ricordando, infine, a suffragio di quanto da noi sostenuto, che lurgenza non dovrebbe esistere nella produzione di atti generati da circolari con scadenza.

Pertanto, alla luce di ci, ritenendo che le odierni deliberazioni potrebbero essere affette da nullit insanabile e, soprattutto, come monito politico ad un mea culpa dellattuale Amministrazione, riteniamo opportuno ricordare che si governa con la conoscenza, una conoscenza che nasce dallinteresse e dalla passione , interesse e passione che camminano insieme per servire la comunit.

I Consiglieri

Veronica Maria Armeli,

Federica Monastra e MarcoPolino,

L'articolo CastellUmberto Una lettera aperta della minoranza con indignazione per la convocazione del consiglio comunale mattutino proviene da Nebrodi24.

 
 
Pagina stampata da http://www.quadrifoglionews.it
Vietata la copia e la distribuzione (anche parziale) senza la previa autorizzazione della redazione
Copyright 2004 - 2020 "Il Quadrifoglio News Online" supplemento elettronico
del mensile d'informazione e di annunci economici "Il Quadrifoglio News"