Dettagli
Domenica 27 Settembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
i resti mortali di bianca lancia...nell'antico sarcofago di martini?
 
I RESTI MORTALI DI BIANCA LANCIA...NELL'ANTICO SARCOFAGO DI MARTINI?
i resti mortali di bianca lancia...nell'antico sarcofago di martini?
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Attualità, SINAGRA (ME)

L’antico sarcofago in pietra che c’è all’interno dei ruderi di una chiesa sconsacrata nelle campagne di Martini potrebbe avere custodito, per qualche tempo, i resti mortali di Bianca Lancia o Lanza quarta moglie dell’imperatore Federico II detto il Grande. A suggerire l’ipotesi, che potrebbe essere confermata a breve da uno studio mirato, sono i motivi decorativi della tomba, la sua presenza in un luogo isolato però non molto lontano dal Comune di Brolo dove le cronache del tempo raccontano che Bianca, regina per pochi giorni, abbia vissuto.

La storia privata della bellissima regina e del suo amore clandestino con l’imperatore, intreccia infatti, per un periodo piuttosto lungo, questa parte dei Nebrodi a partire, come riportano gli atti del convegno “ Bianca Lancia d’Agliano” svoltosi ad Asti 28 aprile 1990 – dalla sua infanzia. Cresciuta ed educata a Brolo, in uno dei più suggestivi manieri della provincia di Messina, nel 1232 aveva rapito il cuore dell'Imperatore a Lagopesole.

A avvalorare la tesi che il sarcofago nebroideo sia stata la tomba temporanea della regina è, indirettamente, lo studioso Roberto Alajmo che nel libro “Larte di annacarsi - un viaggio in Sicilia” racconta di come la sfortunata regina, vittima della folle gelosia del marito, potrebbe essersi rifugiata nella dimora di Brolo e seppellita dai fedelissimi in un luogo sconosciuto fino a quando un servo l’avrebbe portata nell’attuale tomba.

Il posto “segreto” potrebbe essere appunto il misterioso sarcofago di Martini le cui misure, tra l’altro, sono idonee a contenere un corpo slanciato. Ciò spiegherebbe la presenza, in un posto sperduto, della misteriosa tomba che difficilmente può essere stata appannaggio, nel corso del 1200, dei miseri abitanti del luogo allora poco più che servi della gleba.
Enzo Caputo
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati