Dettagli
Mercoledì 27 Gennaio 2021 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
l’orlandia’97 subisce la dura legge del gol e dice addio ai play-off
 
L’ORLANDIA’97 SUBISCE LA DURA LEGGE DEL GOL E DICE ADDIO AI PLAY-OFF
l’orlandia’97 subisce la dura legge del gol e dice addio ai play-off
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
POSTATA DA: simone
Sport, CAPO D'ORLANDO

Segni del destino. E’ l’unica spiegazione possibile alla sconfitta dell’Orlandia’97 nella partita più importante della stagione. La squadra siciliana attacca con decisione, domina per lunghi tratti, sfiora il gol in più occasioni e alla fine si deve arrendere all’unico tiro in porta della Res Roma. Finisce così la partita che emette il verdetto definitivo al campionato.

Le ragazze capitoline infatti allungano a più sette in classifica sull’Orlandia’97 e con due giornate da disputare blindano il secondo posto utile per l’accesso ai play off. La Res Roma si accomoda quindi al tavolo del brindisi con il Carpisa Napoli che, già sabato con la vittoria sull’Acese, ha conquistato la promozione in serie A. Nella partita che si doveva disputare domenica scorsa, Mr. Tonarelli non ha a disposizione ben cinque elementi e si trova in panchina solo con Spinella e Trassari. Tra le indisponibili manca anche Piera Manzella e, pur senza controprova, la sua tecnica e velocità avrebbero dato maggiore forza ad un attacco paladino, che ha sofferto le maglie strette della difesa romana. Anche questo un segnale del destino.

Non bastano sfortuna ed assenze eccellenze per trovare giustificazioni, ma la partita contro la Res Roma sembra la sintesi perfetta di tutta una stagione, costellata da tante vicissitudini, che hanno delineato un percorso verso un obiettivo fallito sul finale. L’Orlandia’97 scende in campo con un iniziale 4-3-2-1: Impoco tra i pali, in difesa Radici, Morello, Fiocco, Soro a centrocampo Cusmà, Lazzara, Sardu, in attacco Minciullo, Cianci e Coletta, con queste ultime, romane di nascita. sospinte dal tifo dei tanti parenti e amici in tribuna.

Per Mr. Mellillo nessun problema di schieramento, con la super portiere siciliano Rosalia Pipitone e la capocannoniere del torneo Nagni, assi portanti di una squadra dalla forte tempra caratteriale e di ottima diligenza tattica. Dopo alcuni minuti di studio, l’Orlandia’97 accelera i ritmi di gioco e crea il primo pericolo con la conclusione di poco alta di Rossella Sardu. Sarà la centrocampista sarda a portare i maggiori affanni alla difesa locale. Al 17’ ci riprova ancora su punizione, bloccata in presa bassa da Pipitone. L’Orlandia’97 cerca l’aggiramento della difesa tramite il gioco sulle corsie laterali, ma ricama troppo e non sfonda, per cui arriva al tiro solo da conclusioni dal limite.

Al 30’ ci prova Cusmà senza fortuna. Al 41’ Coletta ha la palla del vantaggio: sfugge al diretto avversario ed in area gira a colpo sicuro; Pipitone si tuffa e sventa con un mezzo miracolo. Nell’intervallo Mr. Tonarelli chiede più pressione e una manovra più verticale. Intanto della Res Roma in attacco sin qui non c’è stata traccia. La ripresa si apre però con quello che non ti aspetti. L’Orlandia’97 cerca la verticalizzazione per Minciullo, l’attaccante è anticipata in uscita da Pipitone che rilancia lunghissimo per Nagni; il capocannoniere prende posizione e gira a rete un pallonetto velenoso sotto la traversa. Una doccia fredda. Sin qui Fiocco e Soro non avevano dato spazio alcuno, per essere puniti poi dall’azione più semplice del gioco del calcio. La squadra paladina subisce il contraccolpo psicologico e la reazione stenta a ripartire. Sardu da il primo segnale con una conclusione ravvicinata sul primo palo ma troppo prevedibile per Pipitone.

Mr. Tonarelli cambia ancora modulo con Soro più libera di spingere. La difesa romana costruisce una muraglia e rinuncia a giocare, tanto basta per subire solo conclusioni dal limite. L’unica dentro l’area arriva all 85’ con una splendida rovesciata di Minciullo, ancora troppo poco per l’insperabile Pipitone. Si chiude con quattro minuti di recupero e con la giusta esultanza della Res Roma. Credo che anche oggi abbiamo giocato meglio dei nostri avversari – dice Mr. Tonarelli – ma torniamo a casa con una sconfitta.

Non mi rimane che fare i miei migliori auguri alla Res Roma per le gare di play off e faccio i miei complimenti anche per la regolarità che ha mantenuto per tutto il campionato. Noi invece abbiamo mancato proprio nella continuità dei risultati. Cercheremo di finire bene il torneo per poi mettere le basi per un nuovo futuro. Res Roma – Orlandia 1 – 0 Marcatori: 53’ Nagni Res Roma: Pipitone, Colini, Lavopa, Cortelli, Mancini, Villani, Biasotto(85’Catania), Sergi, Nicosia ( 61’ Caccarelli), Nagni, Fracassi. A disposizione: Nicita, Corradino, Ingoglio, Mostarda Orlandia’97: Impoco, Lazzara, Radici, Cusmà, Fiocco, Soro, Morello (73’Trassari), Cianci, Minciullo, Sardu, Coletta. A disposizione: Spinella
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2021 * Tutti i diritti riservati