Dettagli
Giovedì 20 Gennaio 2022 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
ottimo successo il convegno organizzato dall’acio con don ciotti
 
OTTIMO SUCCESSO IL CONVEGNO ORGANIZZATO DALL’ACIO CON DON CIOTTI
ottimo successo il convegno organizzato dall’acio con don ciotti
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Eventi, CAPO D'ORLANDO (ME)

        Si è concluso con successo il convegno organizzato lunedì 16 aprile dall’Associazione Commercianti e Imprenditori Orlandini (ACIO) che ha avuto il piacere di ospitare il Presidente Nazionale di “Libera” don Luigi Ciotti.
        Una sala gremita in ogni ordine di posto quella del Cristo Re a Capo d’Orlando che è stata la location del secondo e ultimo appuntamento del sacerdote veneto che ha in questi anni, inferto duri colpi alla criminalità organizzata.
        I presenti hanno calorosamente salutato l’arrivo del Presidente di “Libera” e del Presidente Onorario della FAI Dott. Tano Grasso, primo presidente dell’ACIO. Ha introdotto Tano Grasso, rimarcando la forte vicinanza e il rapporto di collaborazione con l’associazione di Don Ciotti, ricordando quel pezzo di storia che 21 anni fa portò alcuni imprenditori orlandini e santagatesi a denunciare i propri estortori.

        Dal canto suo Don Ciotti ha lodato il fattivo contributo che il movimento antiracket, ormai espansosi a macchia d’olio in tutta Italia, sia di supporto per le realtà commerciali ed imprenditoriali d’Italia. Il sacerdote ha iniziato la sua riflessione criticando, anzitutto, se stesso e l’operato di alcune associazioni antimafia che, spesso, dimenticando il senso del proprio operato, dedito alla tutela dei diritti dei cittadini, iniziano a peccare di presunzione con atti di protagonismo controproducenti. “Non è il singolo a vincere… ma il noi!” Ed è proprio da queste parole che il sacerdote ha voluto strutturare il suo intervento di 90 minuti circa, rimarcando fortemente il senso dell’associazionismo in Italia che può diventare forte solo se troverà la forza di unirsi. Ha sottolineato l’importanza della libertà di pensiero, di parola e di espressione.

        “Io sono un sacerdote e, come tu mi insegni (rivolgendosi all’arciprete orlandino P. Nello Triscari), il nostro mandato si fonda su due pilastri importanti: il Vangelo e la Costituzione Italiana. La religione deve essere vissuta in altri mondi. Basta baci e bacetti alla Madonna e a tutti i Santi. Non è così che si espieranno i peccati, ma sporcandosi le mani. Ognuno ha la sua missione e la missione di noi sacerdoti è quella di sporcarci le mani” Ha poi voluto ricordare due grandi figure ispiratrici della sua vita: Enrico Berlinguer e Giovanni Poalo II.

        “Sono due persone – dice Don Ciotti – che ci hanno saputo insegnare cos’è la libertà a prescindere da tutto” Un applauso lungo e intenso ha segnato la fine dell’intervento di Don Ciotti che ha avuto il piacere di intrattenersi per qualche momento con alcuni tra i presenti. La manifestazione, organizzata assieme alla Parrocchia orlandina e al movimento “Non stare a guardare”, ha di certo segnato una pagina importante per Capo d’Orlando tutta. Soddisfatto il presidente dell’ACIO Enzo Mammana che ha voluto sottolineare, nella mattinata, quanto sia importante continuare a credere nell’associazionismo per vincere assieme. Ha sottolineato Don Ciotti, che in mattinata ha incontrato le scuole di Capo d’Orlando al Rosso di San Secondo e alcune classi di Tortorici, che “le scuole devono essere protagoniste di queste iniziative, perché è solo dai giovani che può partire il cambiamento”.

        Una lezione per tanti, per tutti. Tra i presenti il Capitano dell’arma dei Carabinieri David Pirrera, il commissario di Polizia dott. Bruno Giuliano e il tenente della guardia di finanza Salvatore Musumeci, il presidente della Camera di Commercio dott. Nino Messina. Presenti in sala anche i presidenti delle associazioni antiracket di Brolo, Sant’Agata di Militello e Milazzo, rispettivamente con Carmelo Ioppolo, Giuseppe Foti e Francesco Arcadi. L’Avis di Capo d’Orlando con il presidente Giuseppe Parrino e l’ass. “Peppino Impastato” di Brolo con il direttivo al gran completo.

        Giuseppe Scaffidi
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2022 * Tutti i diritti riservati