Dettagli
Sabato 28 Novembre 2020 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
la settimana della cultura con una passerella del cuore e dell’animo
 
LA SETTIMANA DELLA CULTURA CON UNA PASSERELLA DEL CUORE E DELL’ANIMO
la settimana della cultura con una passerella del cuore e dell’animo
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Cultura, SINAGRA (ME)

Tessuti leggeri e “pesanti”, pizze, tulli, sobrietà ricercata, raso per le bambine, seduzione sana  per le giovanissime e,  sullo sfondo,  l’evoluzione storico culturale del vestire intimo e non solo. Una passerella del “cuore e dell’animo” che  ha fatto rivivere uno spaccato  dell’abbigliamento nebroideo.

Pareva di vederle le nostre  nonne alla fioca e “romantica” luce della “citulena” cucire e ricamare  “sogni e speranze” per le figlie da marito.  Apre cosi come meglio non poteva la prima giornata della settimana della cultura sinagrese  organizzata da Comune e Pro-Loco. A certificarlo il bagno di pubblico,  oltre  800 persone, che hanno accalcato tutte le sale del settecentesco  palazzo Salleo rendendo persino difficile il lavoro di giornalisti e troupe televisive.

La nostra scommessa è stata- spiega l’assessore al  ramo Vincenza Sicilia- che ha fortemente voluto la kermesse- fare  cultura attraverso l’arte, rendendo vivi e tangibili con una sfilata di  “intimo” i processi legati alla cultura e alle aspettative di “sogno” e  di “riscatto”che riponevano nel vestire i nostri padri. Il palazzo va  valorizzato in tutti i modi e diventare sede e volano di cultura e di rilancio economico. Ad impreziosire il tutto la collezione di gioelli  by “Fati-pura passion” di Fatima Befumo. 

“Un impegno durato mesi, spiega l’altro motore della manifestazione la presidente della Pro-loco  Enza Mola,  ma ne è valsa la pena, grazie anche allo stilista Franco Reale e alla presentazione di Lucia Porracciolo”.  Intanto il sogno  continua. pare di vederli i i paesi dei nebrodi del primo novecento, arroccati sui monti, circondati dai pascoli , dove  "cappelli" e "coopole" calcano la piazza e la giumenta; dove cultura, tradizione e  morale, disegnano la linea della vita, fatta di stanze "leopardiane",  dove l'amore e il sacrificio sono l'ago e il filo delle donne; dove la baronessa di Carini fa continuava a vivere e ...forse ancora "disegna" il crepuscolo; la dove già germogliavano timidamente, tra sole e pastorali, i semi dell'emancipazione femminile e  della rinascita, che, come  un fiore caparbio che cresce nella roccia, sarà destinata a sbocciare, primavera malata, nell'emancipazione femminile che non  emancipa.

La serata continua, avvolge se stessa, si avvia alla fine. La scala  è grande, mestosa, addobbata nel tempo e nel ricordo, si perde nell'apprensione della presidentessa della Pro- loco che vuole  che tutto sia perfetto. Tutto e luce, anzi prenombra.

La, a sinistra dell'ampia scalinata, il sogno  si  svela, veste i volti delle bellissime ragazze, crea un'emozione. La folla applude, la manifestazione volge al desio.  L'incantesimo sembra finito, anzi no... continua nel ricordo tra una treccia nera, frivola e ribbelle e un sogno di luce e  di cuore, fatto di sole e di vita... e intanto lassù, a Castel di Lucio, le nonne ricamano ancora...
Enzo Caputo
 
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2020 * Tutti i diritti riservati