Dettagli
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
brolo – per l’inchiesta inps, sarà un “caldo autunno”. sospeso il comandante dei carabinieri
 
BROLO – PER L’INCHIESTA INPS, SARÀ UN “CALDO AUTUNNO”. SOSPESO IL COMANDANTE DEI CARABINIERI
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Cronaca, NEWS

L’inchiesta della Procura di Patti su un giro di truffe all’Inps e le cause “pilotate” al Tribunale di Patti, potrebbe essere arrivata al giro di boa. A far capire, che sarà un caldo autunno, l’ultimo decisione presa dalla procura, che nella cittadina brolese ha lasciato parecchi a dir poco “senza parole”, cioè il provvedimento emesso nei confronti del maresciallo dei Carabinieri Tindaro Chiofalo, comandante della stazione di Brolo.

 

tribunale patti

Il militare dell’arma, è indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreti d’ufficio. Insieme ad un’altra persona, anche lui indagato, avrebbe fatto pervenire alle persone coinvolte nell’inchiesta, notizie sull’andamento degli accertamenti. La sospensione dello scorso agosto, è ora al vaglio del Tribunale del Riesame di Messina, come richiesto dall’avvocato Alessandro Pruiti Ciarello, difensore del militare dell’arma.

Erroneamente si pensava, che oggi sarebbe stato il giorno, in cui il Tribunale esaminava la posizione del maresciallo, invece da fonti attendibili, si percepisce che passeranno dei giorni, affinché la vicenda venga esaminata dal Tribunale messinese, per capire realmente cosa sia successo e soprattutto sarà anche l’occasione per il comandante della stazione carabinieri brolese, per meglio chiarire la sua posizione.

legge tribunali nebrodi24.it

Intanto l’indagine della Polizia va avanti, con una grande mole di carte, alcune processuali, altre acquisite negli uffici Inps del circondario, che sono state affidate ad un consulente della Procura. Come si ricorderà, la vicenda Inps, venne alla luce, a seguito di una serie di esposti anonimi, sulla presunta truffa nel settore previdenziale, con alcune denunce presentate al Tribunale di Patti. Per Brolo, dopo i tanti ed ancora chiacchierati mutui fantasma, questa ennesima indagine porto al rinvio a giudizio del vice presidente della consiglio comunale di Brolo, l’avvocato Anna Ricciardi, che nello scorso mese di aprile presento le proprie dimissioni dal civico consenso.

Sul registro dal pubblico ministero Rosanna Casabona, che coordina le indagini insieme al procuratore capo Rosa Raffa oltre al nome dell’avvocato Ricciardi,  anche quello dell’avvocato santagatese Carmela Teresa Amata.

Mutui-e-conti-L’inchiesta, aperta dalla Procura della Repubblica di Patti su presunte truffe nel settore previdenziale, era sfociata anche con sequestri di documenti, computer, telefonini ed altri supporti in studi medici e legali di Brolo.

Il provvedimento di sequestro eseguito aveva riguardato anche il medico brolese Franco Piscitello, già consulente d’ufficio del tribunale.  L’inchiesta, partita nello scorso mese di gennaio, era iniziata con un sequestro di atti presso la sezione lavoro e previdenza del Tribunale; ipotizza dagli inquirenti l’associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dell’Inps e la falsa perizia, in merito a cause per il riconoscimento di invalidità, malattie di servizio e indennità di accompagnamento.

Diverse le direzioni, che stanno seguendo gli inquirenti, che in questi mesi invernali potrebbero scoperchiare “grosse pentole” e che potrebbero anche confermare che dietro ci potrebbe essere un autentico “sistema” che vedrebbe organizzati avvocati e medici, con ruolo di consulenti tecnici d’ufficio, per ottenere – per i loro clienti – pensioni, accompagno, indennità non dovute da parte dell’Inps che coinvolgerebbe circa 200 persone.

 

Sulla vicenda avevamo ricevuto e pubblicato una nota dell’Avv. Teresa Carmela Amata, (pervenuta in redazione da parte del suo legale l’Avvocato Carmelo Occhiuto)

Ch.mo Direttore,

“ci tengo a precisare che, seppur raggiunta da un’informazione di garanzia con proroga di indagini, l’esponente è totalmente estranea al malaffare sul quale sta indagando la Procura di Patti.

Ho subito interloquito con il PM titolare delle indagini alla quale ho rappresentato che, in ventiquattro anni di onesto lavoro, ho sempre denunciato e contestato, gli abusi che si verificavano nella sezione lavoro e previdenziale del Tribunale di Patti.

Mi sono subito dichiarata disponibile con il pubblico ministero, titolare del fascicolo, a collaborare per chiarire ogni aspetto della vicenda ove l’esponente è, semmai, parte offesa, non avendo mai interloquito, frequentato e assecondato periti  d’ufficio accusati di pilotare le consulenze in violazione del mandato ricevuto.

Non è possibile accostare il nome dell’Avv. Carmela Teresa Amata a coloro che hanno posto il malaffare come regola della loro professione.

Certo che vorrà pubblicare la presente nota a tutela della mia onorabilità e correttezza, ribadisco la mia totale estraneità a fatti illeciti di qualsivoglia natura e auspico che l’inchiesta si concluda velocemente acclarando la mia assoluta estraneità ai fatti.

La redazione di “Nebrodi24.it  resta comunque disponibile a pubblicare rettifiche, puntualizzazioni e note dalle “parti”  inviare email a: info@nebrodi24.it.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Brolo – Per l’inchiesta Inps, sarà un “caldo autunno”. Sospeso il comandante dei carabinieri

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2017 * Tutti i diritti riservati