Dettagli
Venerdì 14 Dicembre 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
lo scorso 7 gennaio è stata la giornata del tricolore
 
LO SCORSO 7 GENNAIO È STATA LA GIORNATA DEL TRICOLORE
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Eventi, MESSINA

Il 7 gennaio è la Giornata del Tricolore.  Anche a Messina esso ha sventolato maestoso sui muri dell’edificio che ospita le Associazioni

Combattentistiche e d’Arma. I presidenti delle quali, il Gen.B. Giuseppe Briguglio ( UNUCI ) e il Ten. Col. Med. Angelo Petrungaro (Arma di Cavalleria) lo hanno onorato insiene ai Soci della Sanità Militare.

La data è legata alla deliberazione che i Delegati repubblicani delle città emiliane, rese libere con l’arrivo di Napoleone a Milano, riuniti nella Sala del Consiglio di Reggio Emilia che oggi si chiama Sala del Tricolore, fecero il 7 Gennaio dell’anno 1797.
Il Tricolore, nell’ottobre dell’anno precedente, era stato assunto come bandiera della “ Legione Lombarda Cacciatori a Cavallo “ a guisa di simbolo militare.

Con l’Unità d’Italia esso divenne bandiera di Nazione per la quale diedero la vita numerosi soldati italiani nella Prima e nella Seconda Guerra Mondiale.

Proprio in gennaio del 1943 avviene il ripiegamento della Divisione “Tridentina”, della “Julia”,della “Cunense”, della “Vicenza” e del Raggruppamento Camice Nere “3 Gennaio”, quando la temperatura in Russia sfiora i 40 gradi sotto zero.

Per i Cavalieri e i Lancieri appiedati, ricevuto l’ordine della “protezione di un fianco e della retroguardia della”Tridentina”, il ripiegamento significa assolvere un compito ben preciso,un compito di copertura, quasi un avanzare contro i Russi che attaccavano da Ovest. I Cavalieri dovettero affrontare i numerosi sbarramenti posti dai Sovietici per impedire il passaggio dei nemici, ma riuscirono sempre a far avanzare la colonna in ripiegamento. In località Nikolajevka, con la battaglia decisiva, ruppero l’accerchiamento avversario e permisero alla “Tridentina” di proseguire la propria marcia.

Anche il Rgt. Artiglieria a cavallo “Voloire”, alle dipendenze del Corpo d’Armata Alpino e in linea in appoggio alla
Divisione di Fanteria”Vicenza”, si è sacrificato, coprendosi di gloria, sparando alzo zero fino all’ultimo colpo contro i carri armati russi.
Tutto questo per amor di Patria,per amor del Tricolore, perché “Dulce et decorum est pro patria mori”.
 
                                                                                         Ten. Col. Med. Angelo Petrungaro
 
Foto: da sinistra Lgt. Enzo Colafati, Gen.Giuseppe Briguglio, Ten.Col.Med.Angelo Petrungaro
Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati