Dettagli
Martedì 24 Aprile 2018 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
caso stamina: il tar accoglie il ricorso, sospesa la bocciatura
 
CASO STAMINA: IL TAR ACCOGLIE IL RICORSO, SOSPESA LA BOCCIATURA
Zoom IMMAGINE
Dettagli
 
Dettagli
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
POSTATA DA: Scaffidi Catrinella Lorenzo
Salute & Benessere, ROMA

Nuovo capitolo nel caso Stamina. Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni e ha disposto la sospensione del decreto di nomina della Commissione del ministero della Salute che ha bocciato il metodo. Questo comporta anche la sospensione del parere contrario dato dalla Commissione alla sperimentazione.

Si tratta, spiegano fonti del ministero della Salute, di una sospensione in attesa di una valutazione nel merito, che sarà effettuata dal Tar a giugno. Il presidente di Stamina, Davide Vannoni, aveva presentato ricorso il 27 settembre contro il comitato, giudicandolo imparziale, essendosi molti esperti già pronunciati preventivamente contro il controverso metodo terapeutico a base di staminali del midollo. L'ufficio legale del ministero è al lavoro per valutare le azioni da intraprendere, così come l'Avvocatura dello Stato, coinvolta nella decisione del Comitato che stoppava il prosieguo della sperimentazione.

  Stamina si era rivolta al Tar contestando la composizione del Comitato scientifico, considerata «illegittima» essendo stati nominati componenti «che già prima prima dell'inizio dei lavori, avevano espresso forti perplessità, o addirittura accese critiche, sull'efficacia scientifica del metodo». Il Tar, quindi, ha ritenuto il ricorso oltre che ammissibile «anche provvisto di sufficiente prove, non essendo stata garantita l'obiettività e l'imparzialità del giudizio, con grave nocumento per il lavoro dell'intero organo collegiale».

I giudici amministrativi, quindi esortano il ministero a modificare le nomine degli esperti, convocando anche scienziati stranieri. «Tale indipendenza va intesa primariamente in senso ideologico (e dunque non necessariamente economico, come sembra affermare il ministero nella memoria difensiva), e deve quindi concretizzarsi innanzitutto nel non approcciarsi alla sperimentazione in modo prevenuto - si legge nell'ordinanza - per averla già valutata prima ancora di esaminare la documentazione prodotta dalla Stamina Fondation». «È interesse primario dello stesso ministero della Salute - scrivono ancora i giudici - pervenire a riscontri obiettivi e, per quanto lo consenta la materia, il più possibile certi in ordine alla possibilità di iniziare la sperimentazione e, se del caso, alla sua efficacia».

«È pertanto necessario - conclude l'ordinanza - che ai lavori partecipino esperti, eventualmente anche stranieri, che sulla questione non hanno già preso posizione o, se ciò non è possibile essendosi tutti gli esperti già esposti, che siano chiamati in seno al Comitato, in pari misura, anche coloro che si sono espressi in favore di tale metodo».

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2018 * Tutti i diritti riservati