Dettagli
Martedì 13 Aprile 2021 - Direttore Responsabile Salvatore Calà
Dettagli
residenza sanitaria assistita: i fondi per l'appalto della gestione
 
RESIDENZA SANITARIA ASSISTITA: I FONDI PER L'APPALTO DELLA GESTIONE
 residenza sanitaria assistita: i fondi per l'appalto della gestione
Dettagli
 
Acquista questo spazio
 
Pagina precedente Invia a un AMICO Stampa questa NOTIZIA
FONTE NOTIZIA: Salvatore Calà
Attualità, SANT'ANGELO DI BROLO (ME)

L'’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina ha bandito, con procedura aperta, l’'appalto per il servizio di gestione della Residenza Sanitaria Assistita (RSA) di Sant’Angelo di Brolo.

Il valore presunto complessivo della gara, che prevede l’istituzione di 20 posti letto, nei quattro anni è di  4 milioni di euro. Il prezzo a base d’asta è di 120 mila euro l’anno. L’Azienda Sanitaria, per ogni ricoverato verserà al gestore 101 euro al giorno. Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 11.00, del 18 dicembre prossimo.

Il prezzo a base d’asta è 120 mila euro, oltre ad oneri fiscali, quale canone annuo per l’utilizzo dei locali.

La ditta aggiudicataria dovrà impiegare 15 persone: un animatore, 2 tecnici della riabilitazione, 6 operatori socioassistenziali, 1 assistente ai servizi generali, 3 infermieri professionali, 1 custode centralinista, 1 cuoco ed un addetto alla cucina.

Come si ricorderà, il Sindaco lo scorso mese di gennaio incontrò il Direttore dell'Asp5 di Messina, Manlio Magistri. In quell’occasione il manager illustrò le ragioni che lo portarono a revocare gli atti adottati dal suo predecessore, perché non avrebbero prodotto convenienza al sistema sanitario, mentre con le nuove procedure, egli prevede un miglioramento della qualità dei servizi ed una maggiore efficienza.  

"Il fatto importante che mi fa essere ottimista – disse allora il primo cittadino - é che l'apertura della Rsa di Sant'Angelo consente, al Sistema sanitario, di avere una significativa razionalizzazione della spesa, perché i risparmi che produrrà la Residenza sanitaria rispetto ai costi della ospedalizzazione, sono enormi (intorno ad un terzo rispetto ai normali ricoveri). Non si spiegherebbero le ragioni per le quali la struttura debba restare chiusa, impedendo così di risparmiare circa 10 mila euro di denaro pubblico al giorno”.

Agli inizi degli anni 2000, l'Asp, per adeguare l'edificio e fare il cambio di destinazione d'uso, spese oltre 2 miliardi, senza poi procedere alla sua apertura.

“Oggi – ha concluso compiaciuto il Sindaco –all'orizzonte vediamo una speranza reale che potrà essere portata a compimento già dai primi mesi del 2014”.

 

Quadrifoglionews Sponsor
QUICK LINK
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Zoom IMMAGINE
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
Dettagli sponsor
 
Quadrifoglionews Meteo
METEO LIVE
Quadrifoglionews
RICERCA NOTIZIE
Cerca notizie nell'archivio news per Paese o Titolo
 
Quadrifoglionews
NEWSLETTER
Se vuoi ricevere le nostre news, inserisci quì la tua EMAIL
 
News
NOTIZIE + LETTE
 
News
ARCHIVIO NEWS
 
 
 
IL Quadrifoglio News Online - Quotidiano D'informazione e Annunci
Copyright © 2004 - 2021 * Tutti i diritti riservati